Pubblicato da: cescocesto | 19 maggio 2010

I piccioni e la selezione naturale

Secondo intervento della Maratona Giornaliera

Sarà che sto finendo in questi giorni di leggere Il più grande spettacolo della terra (grazie a Daniel e consorte per il regalo, tra parentesi), di quel biologo razionalista materialista fottutamente ateo di Richard Dawkins, ma vedo il mondo con occhio più scientifico del solito.

Nel corso del libro Dawkins tratta dell’evoluzione delle specie e delle sue prove, insistendo su uno dei suoi meccanismi di base: la selezione naturale.
Secondo la teoria di Darwin la selezione naturale è il meccanismo “grazie al quale si ha, nell’ambito della diversità genetica delle popolazioni, un progressivo e cumulativo aumento della frequenza degli individui con caratteristiche ottimali fitness per l’ambiente di vita”.
Leggi: il gracilino e il malaticcio muoiono. È triste e crudele, ma è la legge della giungla, baby.
È ben noto che la comparsa dell’uomo e la sua eterna lotta contro le leggi della natura ha leggermente sconvolto le leggi stesse, in particolar modo alterando i meccanismi della selezione naturale. Ben vengano queste alterazioni se si tratta di salvare un gattino malato abbandonato da mamma gatta o un piccolo pettirosso caduto dal nido, ma con i piccioni la cosa ci sta davvero sfuggendo di mano.

Il piccione, o columba livia, è una delle specie di columbidi più diffusa in Italia.
Discende direttamente dai piccioni viaggiatori usati nell’antichità per trasportare messaggi, a causa della loro eccellente capacità di orientarsi (e già per questo meriterebbe antipatia, perché io non sono decisamente un piccione viaggiatore).
Oggi, nell’epoca dei cellulari e di feisbuc, i piccioni sono essenzialmente colonizzatori di piazze, piazzettine e piazzettone, nonché audaci scagazzatori di macchine, motorini e biciclette.

Ma. C’è un ma.
Perché fino a qualche anno fa la nostra mitica selezione naturale entrava in gioco, limitando il numero di piccioni per le strade, sottoforma di macchine e motorini che stempiavano senza pietà i piccioni più lenti e tardi nell’attraversare la strada (chiaro, sono uccelli e quindi invece di svolazzare come natura avrebbe stabilito si mettono ad attraversare la strada a piedi, pardon, a zampe).
Senza pietà. La legge della giungla.
Ora, sarà che in tempo di crisi sale la pietà per gli altri esseri viventi, sarà che magari il piccione che butti sotto tiene famiglia, sarà che scrostare dalla macchina penne e interiora di volatile non dev’essere facilissimo, fattostà che da un po’ di tempo a questa parte la gente evita accuratamente di buttare sotto i piccioni.
Piccione in mezzo di strada fermo che ti guarda?
Freni e non lo butti sotto.
Piccione che corre da un lato all’altro della strada perché non sa bene dove vuole andare (alla faccia del senso di orientamento)?
Gli giri intorno accuratamente e non lo butti sotto.
Piccione che attraversa la strada, arrivato a metà ti vede, va nel panico, si blocca e poi torna indietro?
Sterzi a matto e fai il pelo alla macchina a lato della strada, ma non lo butti sotto.

In questo modo, non solo rischiamo quotidianamente il tamponamento o il coccio della macchina, ma impediamo la morte dei piccioni stupidi e difettati, con un pessimo senso dell’orientamento e soprattutto inabili ad attraversare la strada. E così questi piccioni si riprodurranno passando alla loro prole i loro geni difettati, cosicché, pian piano, i piccioni inabili e stupidi diventeranno la maggioranza assoluta.
E noi ci troveremo a dover fare gli slalom tentando di non buttarne sotto nemmeno uno ma mozzandoci entrambi gli specchietti, schiantati sulle macchine ai lati della strada.

Morale: mai, mai, mai, interferire con la selezione naturale.

(post nato ovviamente dopo aver rischiato di schiantarmi due volte in un solo giorno per evitare gli stupidi volatili)

About these ads

Responses

  1. Non bisogna interferire nella naturale selezione della specie io, con i piccioni, caro Cesco ci interferirei eccome.
    Li sterminerei tutti!
    Siccome sono, tutto sommato, di cuore tenero (piccaglia come si dice a Bologna) non li stirerei con la macchina o con i motorini ma riempirei i vari mangimi con cui i comuni li nutrono di anticoncezionali, di pillole del giorno dopo, di pillole RU.
    Insomma quelli che ci sono arrivino alla fine dei loro giorni in modo più o meno naturale, ma che non ne vengano altri.
    I piccioni mi fanno, letteralmente e veramente, schifo, senso ed impressione.
    Sono stata abbastanza chiara?

    • sei stata mooolto chiara!
      ma sei una piccion-hater dal cuore tenero se ti limiteresti solo al controllo nascite: ho una amica che sono sicuro butterebbe sotto qualsiasi piccione nel raggio di un kilometro!

  2. ..solo altri 5 interventi..
    ..solo altri 5 interventi..
    ..solo altri 5 interventi..
    ..solo altri 5 interventi..
    ..solo altri 5 interventi..

    No però a parte tutto una cosa è vera: hanno smesso di volare in seguito alla paura.
    Io mi ricordo da piccino se anche solo pensavi di avvicinarti a loro con la bici, ma anche a piedi questi volavano via.
    Ora li puoi tranquillamente andare col paraurti della macchina a picchiettarli il becco e rimangon li. Qualcosa è successo..

    • studiassi biologia, ci farei la tesi sopra. proviamo a proporre l’argomento alla carpenè.

  3. lo sai vero che aveva cominciato con questo discorso di selezione naturale e razze superiori e inferiori anche un certo austro-crucco?
    ora abbiamo capito come ha svegliato i tedeschi! non portandoli al concerto di Lady GaGa, ma parlando di piccioni. infatti vedi quanti adepti hai già trovato?

    • i piccioni smuovono delle corde nascoste in ognuno di noi.
      dici che dovrei farmi crescere i baffi, in modo da capitalizzare il successo del post e aumentare ulteriormente le visite?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 263 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: