Pubblicato da: cescocesto | 5 giugno 2006

Pseudo-taxisti per una sera

Allora allora.. Diciamo solo che questa sera è stata una gloriosa giornata per il nostro caro e affezionato Daniel Macchia.. Perchè? Perchè abbiamo scortato PROTTI fino al Teatro del Porto! "Niente di che.." direte voi comuni mortali che, come me, sapete assai chi è Protti, ma il caro Daniel ha avuto ben altra reazione stamani quando il Giannini gli ha detto che il suo "regalo" era scortare Protti fino al Teatro del Porto, dove, allo spettacolo del Prof, Protti doveva impersonare sè stesso (vov..). Daniel mi ha prontamente ingaggiato e così, dopo aver pseudo studiato filosofia, abbiamo raggiunto l’ingresso dello Stadio alle otto spaccate. Ovviamente eravamo in anticipo di un quarto d’ora, e dopo dieci minuti Daniel era già pieno di paranoie.. A me l’ardito compito di chiamare il Giannini che, dopo aver confermato che l’appuntamento con "Igor" (queste confidenze!) era proporiò lì esattamente dove eravamo, ha aggiunto: "Oh, appena arriva portatemelo qui!!" ma daaaaiii, dove lo dovevamo portà, in Baracchina Bianca?? Il grande Igor era per giunta in ritardo, e io e Daniel per i seguenti dieci minuti abbiamo radiografato ogni macchina che passava, dalle Polo del 92 ai gipponi, dai furgoncini alle Alfa Romeo, le scrutavamo tutte, valutando la guida più o meno sportiva e aspettando che una di queste girasse e ci raggiungesse. Alle otto e venti Daniel è stato colto da forti paranoie che Piazzale Montello fosse da un’altra parte e, nonostante le rassicurazioni di uno che accanto a Piazzale Montello ci vive da quindici anni (cioè il sottoscritto..) ha deciso di fare "un giro di perlustrazione". Tempo di veder sparire Daniel dietro ai cancelloni e vedo una BMW verde acqua che viene verso di me "Ovviamente!" dico tra me, mentre Protti accosta col suo iper macchinone. Abbozzo un sorriso e saluto, mentre a tutta velocità chiamo Daniel e mugugno "Vieni..". In 25 centesimi di secondo la fiammante Punto era accanto al discreto BMW e io e Daniel facciamo cenno a Protti di seguirlo; Daniel ha ovviamente un vuoto di memoria, allora gli suggerisco (io che suggerisco le strade al Macchia!) la via più breve per tornare sul Viale Italia. Per la strada sfoglio con noncuranza lo stradario di Daniel (ebbene sì.. nessuno di noi due sapeva ‘ndo cacchio è Via Negrelli!!), ma Protti si rivela una delusione: guida a due la sua super macchina, e lo perdiamo ripetutamente per la strada! Alla fine riusciamo ad imboccare la giusta via, giriamo in Via delle Cateratte e becchiamo anche l’incrocio giusto ma.. perdiamo la viuzza pippa d’ingresso a Via Negrelli! Daniel decide di accostare mentre io gli suggerisco di passare dal controsenso, ma lui ne approfitta per andare a consultarsi con Igor, che ha capito il nostro errore e ci dice di seguirlo. Poco dopo siamo davanti al Teatro del Porto, io chiamo il Giannini che accorre con il sorriso fino alle orecchie mentre Protti va a parcheggiare la sua super macchina..
Morale della storia: Daniel e il Giannini toccano il cielo con un dito, ma alla fin fine.. Protti al Teatro del Porto sarebbe stato in grado di giungerci da solo!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: