Pubblicato da: cescocesto | 13 marzo 2007

L’estinzione?

Mettiamo in pausa gli interventi filosofici, i racconti di vita, le battute e i commenti, e leggiamo questo.
 
"Entro la fine del secolo in corso, dunque al più tardi nel 2100, la temperatura superficiale della Terra crescerà probabilmente da 1,8 a 4 gradi centigradi. E’ la stima definitiva dell’Ipcc, l’Intergovernmental Panel on Climate Change, la più importante commissione di studio delle Nazioni Unite sul surriscaldamento globale, di cui è in corso a Parigi la conferenza. Secondo la commissione, il riscaldamento del clima sulla Terra durerà per "oltre un millennio". Gli esperti dell’Ipcc ritengono con una probabilità del 90 per cento che il riscaldamento climatico sia dovuto alle emissioni umane di gas serra"
 
Questa è solo una piccolissima parte dell’ultimo studio che l’ONU -non un manipolo di scienziati ambientalisti contro le multinazionali e i petrolieri- ha pubblicato di recente, a fine febbraio: 2500 studi di scienziati diversi, revisionati e sintetizzati per dare questo responso.
"Sì, quattro gradi in più, che sarà mai!" potrebbe anche venire da dire. Eh, peccato che negli ultimi mille anni la temperatura superficiale media della terra è rimasta costante in un intervallo di 0,4-0,6 gradi. Forse 4 gradi sono un tantino in più, dieci volte tanto.
"Dai Puccio, ti vogliono gabbare! Lo dicono tutti che il clima della terra è cambiato moltissimo nell’arco della vita di questo pianeta! Variazioni di decine di gradi sono state testimoniate da reperti fossili! Un grado o due non fanno tanta differenza.." si potrebbe anche opporre il ragazzo informato. Già, ci sono state variazioni molto più intense di così, ma:
1) variazioni di decine di gradi si registrano solo dopo la fine delle ere glaciali (vi sembra di avere il ghiaccio fuori dalla finestra? A me no)
2) le variazioni intense sì ci sono state, ma si registrano nel corso di alcune decine di migliaia di anni non nel corso di un secolo (più o meno dagli anni venti in poi, grazie ai nostri fedeli carburanti fossili)
3) le variazioni più consistenti sono da attribuire a variazioni dell’eccentricità dell’orbita del nostro pianeta e dell’inclinazione dell’asse terrestre (vi risulta che in questi ultimi 50 anni questo processo plurimillenario abbia accelerato di colpo?)
Osservando i grafici che mostrano l’andamento dei livelli di CO2 e di temperatura, ci si rende subito conto di quanto i due andamenti siano correlati. L’anidiride carbonica è presente nell’atmosfera in percentuali minime rispetto a quelle di ossigeno o azoto, ma è il principale gas serra, e dall’ultima rivoluzione industriale ad oggi il livello di questo gas nell’atmosfera ha toccato punte mai raggiunte negli utlimi 400mila anni. A questo aggiungete il fatto che i ghiacciai dei Poli (non quelli di montagna, quelli dei Poli, quelli giga-grossi..) stanno cominciando anche loro a sciogliersi, e senza la calotta polare a fare da "spugna" per i raggi solari, questi colpiranno direttamente le acque del mare, riscaldandole ancora più velocemente. E calcolate che questi cambiamenti potrebbero influenzare i moti delle correnti marine, generando effetti imprevisti e devastanti (uragani, maremoti).
Un problema ulteriore nell’analisi del futuro della terra è che le trasformazioni non sono mai totalmente positive o negative: il nostro pianeta riesce sempre, in qualche modo, a trovare una condizione di equlibrio, grazie a degli "effetti compensatori". Esempio: se la temperatura dei mari si alza, aumenta l’assorbimento di CO2 sottoforma di carbonati e l’effetto serra ne risulta diminuito. E anche il sole non sempre va "a pieno regime": tocca punti di massimo e minimo, che influenzano la temperatura terrestre.
"Quindi alla fine forse ci salverà il sole stanco, forse i mari assorbiranno i carbonati, forse gli alberi sfrutteranno gli eccessi di CO2.." o forse potremmo puntare sulle fonti rinnovabili, forse potremmo moderare i consumi, forse potremmo andare più in bici, forse potremmo attenerci al protocollo di Kyoto. Forse potremmo salvarci.
Perchè alla fine sì, siamo la specie dominante. Ma siamo comunque una specie vivente senza poteri divini, non siamo in grado di evolverci nel corso di due generazioni per adattarci al nuovo clima, e se si estinguono i panda perchè non possiamo estinguerci noi? Senza acqua, con poco cibo, intolleranti alle nuove temperature, potrebbe veramente esserci l’estinzione della specie umana.
E la terra? Starebbe meglio, molto meglio. Le foreste tornerebbero a coprire la maggior parte delle terre emerse, gli animali i cui habitat sono minacciati dall’azione dell’uomo vedrebbero risolti i loro problemi, i palazzi e le strutture umane in pochi decenni sarebbero cancellati e la maggior parte degli inquinanti che immettiamo nell’aria sparirebbero.
Se un’alieno visitasse la terra 100mila anni dopo la nostra estinzione, non troverebbe tracce della nostra esistenza, se non fossili.
Una bella fine per la specie dominante.
Annunci

Responses

  1. Bravo Cesco!! A palla di foo!!
    No, davvero. Aggiungo due cose.
    1) scaricatevi "Una scomoda verità" di Al Gore
    2) per la visita a mamma Anna visti i decimi di vista persi rivolgetevi pure al sottoscritto!

  2. se c\’ha un bubo x domenica 32 marzo alle 8.30 vengo da mamma anna xke sono diventato l\’uomo-talpa..stiamo abusando delle nostre risorse..senza contare che a farlo è un qinto del pianeta i restanti 4/5 si limitano a sopravvivere rispettando la natura..il problema siamo noi ma nn vogliamo ammetterlo..

  3. cesco…xke c è un tuo  commento che s rivolge a te stesso?stai bene?fai pace col cervello e poi fammi sapere che stai bene…Bisous Michela


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: