Pubblicato da: cescocesto | 2 gennaio 2008

Regali spacchettati, Capodanno ipotecato, è ora di un intervento impegnato.

Per prima cosa, buon anno a tutti. Avete superato illesi questi giorni? Siete sopravvisuti ai chili di carta da regalo da smaltire e ai pranzi da sette portate, culminanti con mega fette di panettone e bevute di spumante? Bene. Perchè l’anno nuovo arriva e qui è ora che ci sia dia una regolata.
Parliamo di cose serie, parliamo di politica. Perchè è ora che mi tolga qualche sassolino dalla scarpa.
Parliamo di partito democratico. Il partito dei "ma anche", per citare Crozza (che non mi piace tanto ma qui c’ha preso assai). Il PD è il partito dei laici, ma anche dei cattolici; il partito dei socialisti ma anche dei popolari. E fin qui, nulla da dire. Ma scaviamo un po’. Il PD è il partito dei favorevoli ai Dico ma anche di quelli che se la famiglia non è fondata sul matrimonio si va tutti all’inferno; è il partito dei favorevoli alla fecondazione assistita ma anche di quelli che sono totalmente contrari ad essa; è il partito dei fautori dei diritti degli omosessuali ma anche di quelli per i quali l’omosessualità è una cosa fuori natura; è il partito che, come schieramento politico europeo, è vicino al PSE ma anche no. Tutti sembrano ignorare queste palesi contraddizioni, e quando a un parlamentare PD gli chiedi "Come concilierà la sua posizione laica con quella dei suoi colleghi popolari?" quello ti risponde "Oh, che gran cosa che sia nato il partito democratico! Evviva Veltroni, evviva la democrazia!". Evviva la contraddizione. Per non parlare del fatto che quando il partito è nato, con quella enorme e strombazzatissima gioia perchè finalmente la sinistra, pardon, il centrosinistra è riunito, si sono prodotti ulteriori partiti, partitini e partitozzi: l’ala moderata capeggiata da Dini si è staccata per formare i Liberaldemocratici, l’ala più di sinistra si è staccata per formare (prendete fiato) Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo, da cui tra l’altro, non contenti, altri sono usciti per andare a formare l’ennesimo tentativo di partito socialista; e qui apro una parentesi: abbiamo davvero bisogno di PS, PSI, Nuovo PSI, SDI, SI? Perchè forse ne abbiamo bisogo e io sono tanto stupido da credere non solo che forse ne basterebbe uno (ma anche due, se proprio si vuole), ma anche che il Partito Socialista dovrebbe aderire alla coalizione di sinistra, scusatemi ancora, centrosinistra, invece che a quella di centrodestra, come è successo nel 2001? Ma sì, forse c’è davvero bisogno di cinque partiti socialisti, soprattutto per dare lavoro a quei poveri creativi che ogni volta si devono inventare un nuovo aggettivo per il partitino neonato, e io ho bevuto troppo spumante. E comunque pare che faranno anche loro il grande partitone unico, e chi s’è visto s’è visto. Scusate, ma per me il fatto che un partito che è stato alleato con Berlusconi si vada a collocare ora più a sinistra del PD è paradossale. O forse ho davvero bevuto troppo spumante.
Parliamo di Dini. Dini, a Maggio, è uno dei membri del Comitato Nazionale che riunisce i leader dei partiti che aderiranno al PD; quattro mesi dopo decide che il PD sta stretto alle sue idee "liberaldemocratiche", e si stacca per formare il suo soggetto politico, Liberaldemocratici, LD; dapprima resta vicino all’Unione, poi comincia a lanciarsi in una serie di critiche prima alla sinistra "radicale", e poi allo stesso PD e a Prodi; due mesi dopo, Dicembre, decide che la maggioranza di centrosinistra gli sta stretta e, dopo aver votato la finanziaria, auspica con molta veemenza un governo istituzionale di "larghe intese". Il furbo Dini se n’è ampiamente fregato di portare dalla sua i deputati della Margherita, inutili vista l’ampia maggioranza di Prodi alla Camera, ma ha strappato al suo vecchio partito un senatore, in modo da avere tre senatori (contando Dini stesso e un altro ex DC) dalla sua, un numero in grado, purtroppo, di mettere in crisi la maggioranza di Prodi al Senato. Considerando che quest’uomo è stato ministro del primo governo Berlusconi, capo del governo dopo la sua caduta, e poi aderente all’Unione per mollarla e riavvicinarsi a posizioni moderate, ecco la vostra lezione quotidiana sul trasformismo.
Parliamo di Paola Binetti. Laureta in medicina, iscritta all’Opus Dei, ex presidente del comitato "Scienza e Vita", membro della corrente dei teodem nella Margherita, fautrice dell’astensione al referendum sulla legge 40/2004, e apertamente contraria ai Dico. Okay, fin qui nulla (o quasi) da dire, se non che una che utilizza il cilicio dicendo che "ci fa riflettere sulla fatica del vivere" sarebbe da guardare con almeno un po’ di sospetto. Ma poi cotanta persona nega il suo voto (con tanto di solita fibrillazione per la stabilità della maggioranza perchè la donna in questione è senatrice della repubblica) ad un decreto che al suo interno contiene l’applicazione di una norma europea contro la discriminazione perchè osa tutelare i diritti non solo delle minoranze etniche e religiose, ma anche degli omosessuali, che sono, parole sue, una "devianza della personalità". Ancora il perchè bene non l’abbiamo capito, ma di sicuro le ipotesi non mancano: intanto, se facciamo una legge contro la discriminazione degli omosessuali, negargli il riconoscimento di coppia di fatto sarebbe, di fatto (scusate il gioco di parole), discriminazione; e poi, risulterebbero discriminanti (e quindi, contro la legge) tutti gli atteggiamenti della Chiesa in primis, e poi di tutti quegli psicologi, medici e anche politici che continuano a trattare normali esseri umani come pazzi squinternati, psicologicamente deviati e degni delle loro calunnie. Alla fine, non grazie alla cara signora, il decreto passa ma, siccome siamo in Italia, alla Camera si accorgono che proprio nell’articolo anti-discriminazione c’è un’errore: ci si riferisce ad un articolo di un altro trattato europeo, e quindi l’articolo non può essere approvato. E la nostra Binetta che fa? Scrive al Foglio e decanta il miracolo: lei, con le sue preghiere a Dio che, a quanto ho capito, avrebbe creato questo palese errore, ha salvato l’Italia. Non commento, non ho più parole.
Ci sarebbe tanto altro da dire: da Silvio che ormai decanta milioni, se non miliardi di devoti al suo partitone dei moderati (che gli altri moderati petano assai), promettendo già ciò che farà quando sarà di nuovo capo del governo, alla cosa bianca di Casini e Fini (ah, è proprio vero che gli opposti si attraggono.. il nero non pensavo sarebbe sceso a patti col bianco..) dalla povera Hilary Clinton, che perde consensi dopo che i giornali hanno pubblicato una sua foto senza trucco, a Ruini e Bondi, che lanciano l’ennesima campagna contro l’aborto (e Ferrara che lancia la moratoria contro di esso, parallelamente a quella contro la pena di morte), dal Papa che annuncia che "la famiglia naturale, fondata sul matrimonio tra uomo e donna  è la principale agenzia di pace" a questa fantomatica legge sul conflitto di interessi che forse è solo una leggenda, ma ho finito le forze nelle dita.
Scusate se mi sono dilungato così tanto, ma ora le mie scarpe sono vuote. Come sempre, commenti, critiche e idee uguali e diverse sono ben accette.
Ancora tanti auguri a tutti di un buon buon 2008.
 
Annunci

Responses

  1. Fiuuuuuuuu!!! Bravoooo!!!! Sìììììììììì!!! Fiuuuuuuuuuuu!!! Clap clap clap clap!!!
    Hai inscenato un teatrino politico meraviglioso!! 😀
    Xkè è qst che è la politica italiana: un teatrino delle commedie…
    E nn so + neanche quanto reggerà la mia fede.
    Io che ero una schierata convinta… Una fedele alla vecchia guardia…
    Tutto quello che hai descritto, si legge con dolore.
     
    Ps- io farei un applauso sentito alla Binetti. "Santa subito!!"  (Che x una iscritta all\’Opus Dei e con quelle idee, mi sembra anche il grido + consono e azzeccato…).
     
    Al prossimo meraviglioso intervento!!
    Buon anno Puccio!! 🙂 🙂 🙂

  2. Perchè leggere la verità nero su bianco fa così male?E\’ mai possibile che io mi continui a illudere che i politici di sinistra risolveranno i problemi dell\’Italia e di noi poveri cpontribuenti,dato che dovrebbero essere,almeno con le loro idee,i più vicini ai problemi dei cittadini?
    E invece che fanno?passano le loro giornate a parlar male l\’uno dell\’altro (nemmeno fossero dal parrucchiere!) e a creare l\’ennesimo micropartito che non risolve un tubo di nulla,e mette sempre più in crisi la nostra vacillante maggioranza.
    Possibile che sprechino così la loro intelligenza?
    Per favore,potete mettervi d\’accordo davvero,senza continuare a darci false speranze,una volta per tutte e pensare a noi poveretti che siam quaggiù,dato che tutti ci mettono i piedi in testa da tutti?Grazie

  3. Diciamo che è sempre un po’ il solito problema dell’Italia. Ovvero facciamo un passo avanti, e due indietro; cioè dopo qualche battaglia e guerra (politica s’intende) riusciamo a far approvare la moratoria contro la pena di morte (cosa non da poco!!)  e poi si chiede di eliminare l’aborto e il preservativo tornando indietro di 50 anni. Ora premesso che ognuno la può pensar come vuole, mi sembra incredibile che nel 2007 anzi scusate 2008 (abitudine ormai) un signore di nome Ratzinger chieda di vietare la possibilità di abortire (e la cosa più scandalosa è che non è solo lui), ma ora voglio dire: alle povere donne che vengono picchiate e stuprate per la strada, e che rimangono incinta, e magari hanno 20 anni, la vogliamo dare la possibilità di vivere e costruirsi un futuro, che poi va anche a beneficio della nazione se lavora e paga le tasse, o la costringiamo a crescere un figlio nella maggior parte dei casi in situazioni disastrate, visto che la mancanza di contante è palese, con la necessità magari di umiliarsi perché con un figlio piccolo non trova lavoro, e magari, a 40 anni, è sempre a chiedere soldi ai genitori che a sua volta campano con 500 euro al mese? Vogliamo essere ragionevoli con questo povero bimbo che altrimenti crescerebbe con una madre traumatizzata dall’evento e un padre che non esiste? Se vogliamo fare le bestie liberi di farlo altrimenti se vogliamo dire che noi siamo superiori agli animali per la ragione allora USIAMOLA!!! Detto ciò credo di averne abbastanza di sentire Berlusconi che ogni giorno dice dalle 25 alle 30 volte che il governo deve andare a casa (ogni volta dà una data ma poveraccio non ci prende mai mi dispiace proprio..), Dini che fa il mangiapane a UFO e finché li va bene sta con uno, poi quando vede la brutta parata cambia sponda (mi viene a mente qualcun altro dell’UDEUR… Vabbè pace..) e poi questa esaltazione per il PD con un Veltroni che non sarebbe nemmeno male se non dicesse tutto e il contrario di tutto (come quando durante lo scudetto della Roma sfila con la bandiera della stessa anche se lui è juventino ma x spirito di fratellanza questo e altro), ma prendesse una posizione solida rigida e ben definita. A proposito di Berlusconi è incredibile la demagogia che riesce a fare; “Daremo la possibilità di scegliere il nome del partito ai nostri elettori perché è loro che andrà a rappresentare una volta nato” se non è demagogia questa, e continua “la scelta sarà tra partito delle libertà e popolo(?) delle libertà(???)”. Ma di quale popolo parla? Per lui il 30% di una nazione è il popolo italiano? E soprattutto di quali libertà parla se non ho la possibilità di scegliere il mio indirizzo sessuale, non sono libero di morire se sono vegetale in fin di vita (eutanasia), non dai la possibilità a chi entra nel paese di rimanerci perché lo mandi via a pedate nel deretano, però che libertà! Sentito ciò dopo il primo squilibrio mentale che ho avuto inizialmente, mi sono ripreso e ho pensato “ah ma lui dice le SUE libertà” : avere 3 reti televisive e non poter averle, avere falsi in bilancio clamorosi e levarlo come reato, possibilità di scegliersi il giudice che lo processa (queste toghe rosse accidenti a loro!!!!) e se ne volete aggiungere altri comprate l’ultimo libro di Travaglio “mani sporche” si fa prima. Per quanto riguarda il PSI che un tempo era guidato da gente come Matteotti che è morto pur di non cadere sotto Mussolini, ai giorni nostri ha visto la guida di Craxi che ha rubato a finché ha potuto, per poi andarsene e lasciare il suo partito in mano a Berlusconi sempre lui (socialisti diventano forzisti) anche se c’e da dire che il PSI è un partito collocato in una posizione troppo strana per l’italiani che conoscono si le vie di mezzo agli estremismi (DC per 50 anni) ma non le sfumature alle vie di mezzo (scusate ma è difficile da spiegare). Comunque via concludo con ciò con cui ho iniziato riprendendo le parole del “papa” "la famiglia naturale, fondata sul matrimonio tra uomo e donna  è la principale agenzia di pace" lui che non ha una famiglia è un po’ come se il capitano Achab di Moby Dick (o come si scrive) ti dicesse che viaggiare in aeroplano è la cosa più naturale del mondo, ma la colpa non è sua ma di chi l’ascolta! Via dopo questo breve commento vi saluto bonaaaaaa.

  4. E cmq x rispondere alla casins: non è la verità nero su bianco che fa male..è cesco che scrive banco su nero e piccolissimo a farti lacrimare gli occhi..Scusate la puttanata ma la dovevo scrivere..
     
    PS:
    C.N.U.H.P.(com.naz.uccidiamo HP)

    HERRI POTTE SEI LA ROVINA DELLA LETTERATURA VERGOGNATI!!!!!! by  la tua autrice…
    Il 4 cioè domani verrà appiccato un falò davanti alla feltrinelli/gaia scienza x ovviare ai poveri deviati mentali che intendono occupare l\’ingresso in attesa del libro..Accorrete numero grazie!!

  5. Effettivamente, come già dissi tempo addietro, questo blog ha in realtà la banale funzione di farvi perdere preziosi decimi di vista in modo che tutti corriate da mia madre, lei si arricchisca e mi dia i soldi per poter comprare erri potte!PS: a tutti i membri del C.N.D.S.H.P. (comitato nazionale difendiamo strenuamente HP)siete tutti invitati domani per la rituale rissa con i rumorosi e insidiosi (nonchè invidiosi) membri del C.N.U.H.P. è l\’ultima battaglia, per cui appuntate le lancie e armate le balestre. Scorrerà sangue questa volta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: