Pubblicato da: cescocesto | 21 luglio 2008

I had lots of dreams..

Credo sia ora di prendersi una pausa da interventi astiosi ed accalorati contro Chiesa e politici, perché tutto ciò sta seriamente minando la mia sanità mentale.
Detto questo, posto un post (ecco già i primi segni di squilibrio) di auto-terapia. Mi siedo sul divano virtuale e parlo dei sogni che ho fatto in queste ultime cinque sere, in particolare quello che ho fatto ieri notte, sperando che vedere il tutto scritto "bianco su nero" sul monitor possa aiutare il mio cervello a ripartire.
La prima notte, cinque notti fa, ho sognato il Mei. Puntualizzo, ho sognato che, sceso da un pullman dopo essere arrivato a quello che, credo, era un raduno di ex-studenti, vedevo il Mei, nuovamente biondo con la divisa e la ricrescita abituale, e gli saltavo al collo esclamando: "C’è anche il Mei! E sei di nuovo biondo!". In seguito mi ritrovavo in un’enorme salone a parlare con Aston, non ricordo di cosa, ma mi tranquillizzava il fatto che tutto fosse "Come un tempo" (commento fatto da me stesso nel sogno). Era un sogno parecchio articolato, ma questo è tutto quel che ricordo.
La seconda notte, quattro notti fa, ho sognato la pioggia. Puntualizzo, ho sognato che mi svegliavo in un letto che non era il mio e accanto c’era una indefinita ragazza bionda che dormiva pesantemente e io alzandomi commentavo: "Non crederai che la pioggia ci faccia parlare. E’ così cinematografico…" o qualcosa del genere. E lo dicevo in maniera davvero altezzosa. Poi mi alzavvo, mi infilavo una vestaglia da camera e cominciava a piovere in camera, o alla finestra, o c’era la finestra aperta e pioveva in camera, non so. E me ne andavo.
La terza notte, tre notti fa, ero un chitarrista. Puntualizzo, ero un chitarrista che non sapeva suonare la chitarra. Non ho ben capito quale fosse il mio ruolo nei vari gruppi in cui suonavo (perché ovviamente è banale un sogno in cui sei il chitarrista di un solo gruppo), fattostà che io mi limitavo a fare "la mossa" da chitarrista e i suoni della mia chitarra ben si mescolavano alla musica che mi circondava. Fin quando arrivava un gruppo, che conoscevo ma che ho rimosso una volta sveglio, nel quale non "mi amalgamavo", e suonando mi rendevo conto che la mia musica stonava. Però sembrava che me ne accorgessi solo io, perché gli altri continuavano a suonare e il pubblico a inneggiare "Rochenrolllllll!!". Il sogno è finito prima della fine del concerto, per cui non so come sarebbe finito, o se era previsto che andasse così, come quei telefilm che non hanno una fine vera e quando vedi l’ultima puntata vorresti sgozzare il produttore.
Poi, una notte di break, giusto per riposarsi in vista della quinta notte, ieri notte, in cui ho sognato la Carfagna. Puntualizzo, ho sognato la Carfagna e tutto il Governo. Allucinante. Per farla breve, eravamo tutti a casa del Calvetti (questo l’ho dedotto perché in una fase del sogno andavo in bagno e il suo fratellino mi cacciava via perché si stava lavando), intorno ad un grande tavolo. Non so bene in che veste ero a quel tavolo, ma a quanto pare avevo un briciolo di autorità. Ma non di rispetto, perché quando io inziavo a parlare gran parte delle persone se ne andava a vedere la partita in camera del Calvetti. Io ero arrabbiatissimo e litigavo con la Carfagna, seduta di fronte a me, e sventolavo una cartina dell’Europa invocando a gran voce una legge sull’eutanasia, facendo discorsi articolatissimi pieni di "cazzo" e "paese incivile" e "accidentaccio" (quindi forse non articolatissimi ma sicuramente pienissimi di imprecazioni). A un certo punto, resomi conto che al tavolo erano rimasti i più insulsi membri del Governo tipo (e nel sogno elencavo pure i nomi) il Ministro della Funzione Pubblica e quello dei Rapporti col Parlamento, andavo in camera del Calvetti e trovavo quasi tutti lì a guardare la partita. C’era pure Silvio, in mutande (non chiedetemi perché, dev’essere la manifestazione di qualche trauma infantile) e con -avete presente?- i reggicalzini, come quelli di Boe dei Simpson. Io non resistevo e gli scarruffavo i capelli, commentando: "Ma ne ha un sacco!". Allo stacco successivo sono a casa, e sto chiedendo alla Carfagna il numero di cellulare di Berlusconi. Le apro la porta e mentre lei esce dal cancello le urlo: "Oh, ma fammi chiamare eh!". Poi chiudo il portone e mi sveglio.
A questo punto, vedendo tutto bianco su nero, mi rendo conto che erano ancora più assurdi di quanto pensassi. E io di sogni assurdi sono un esperto. Spero che tra voi si celi un esperto di sogni che possa rassicurarmi che tra qualche giorno non vedrò conigli grigi che mi consigliano di dare fuoco all’Enriques.
Ora vado a letto, pronto a "nuove avventure".
 
Ok, mi ero appena ripromesso di non fare per un po’ interventi politici e anticlericali, ma questa battuta di mi pà non posso non riportarla. Il Papa a Sidney grida vergogna contro i preti pedofili e rassicura le vittime: "Capizco voztro dolore". Il resto lo censuro, ma credo possiate capire la fine della frase. E se non lo capite poi vi faccio un disegnino.
E con questo mi guadagno definitivamente la scomunica, che tanto probabilmente avevo già ricevuto per aver votato ripetutamente e recidivamente gli eredi del PCI. Che poi, tra parentesi, i comunisti russi hanno chiesto alla Chiesa Ortodossa di fare santo Stalin. Ma non è conflitto d’interessi?
Annunci

Responses

  1. CESCOOOOO!!! io ti scomunico come amico in quanto fra una settimana si parte e te nn hai ancora scritto un piffero di intervento!!!
    BUUU SEI IL PEGGIORE!!!
     
     
    ps: hallons
     

  2. complimenti x i sogni..veramente..nemmeno uno strafatto di LSD sarebbe capace di tanto..ma quando ti dicevo "studia di meno che ti fa male" nn stavo scherzando eh..e infatti..complimenti anche x la battuta sul papa..lui che dice vergogna x i preti pedofili è come se andreotti dicesse "mafioso" a provenzano!ah un ultima cosa..te + la casins + la cantone + la terreni in vacanza insieme??…senti ieri quando sono passato da te ti ho lasciato una P38 nel cassetto del computer..usala a modo mi raccomando tanto poi ci rivedremo nell\’aldila prima o poi..no dai scherzo……………………………………………………………………………..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: