Pubblicato da: cescocesto | 27 marzo 2009

Incontro ravvicinato del B° tipo.

Sono allllibito. Con quattro elle.
Finora l’unico esemplare di berlusconiano in carne ed ossa che mi ero trovato di fronte era il biondissimo Mei, e le nostre disquisizioni di politica duravano al massimo cinque minuti, più o meno così articolate: io che urlo e sbraccio elencando le malefatte di Berlusconi e lui che recita "E’ la propaganda dei comunisti, è la propaganda dei comunisti…". Sempre inconcludenti e, quasi quasi, divertenti.
Ma oggi mi sono trovato ad affrontare un berlusconiano vero, indottrinato fino all’osso e con una luce sinistra negli occhi quando parlava di Colui che sta a Palazzo Chigi. Un’ora e mezzo di conversazione, mio malgrado, con me da una parte che citavo grafici e dati letti in recenti articoli de La Repubblica, elencavo i processi da cui il Berlu si è salvato con le leggi ad personam, raccontavo la vera storia di Air France e Alitalia e di come Berlusconi aveva rifiutato una vendita vantaggiosissima mi pare nel 2002, e tante altre cose e, dall’altra parte un muro. Davvero, un muro.
Rispondeva alle mie frasi con "Ma Berlusconi si è fatto da solo", alle mie accuse con "Sono tutti maligni", alle mie constatazioni con "Io lo ammiro così tanto" e ogni tanto ci infilava un "Berlusconi ci ha salvato dai comunisti". Davvero, gli vibravano gli occhi mentre elencava come Berlusconi ha ripulito Napoli, sanato l’Alitalia, ovviato alla crisi grazie al suo ottimismo e al pratico consiglio di "rimboccarsi le maniche e andare a lavorare". Per non parlare del racconto di quando è stato sulla Nave Azzurra e ha visto la madre di Berlusconi a braccetto con quella di Brosio (e dire che quando il Pullman Azzurro, o come diavolo si chiamava, si fermò davanti a casa Ciappa non riuscimmo ad invaderlo!). Quando poi ho accennato alla legge sul "testamento biologico" (tra virgolette, perché di testamento la dat non ha nulla di ché, è come se uno scrive nelle ultime volontà che vuole lasciare tutto ai figli e poi si prende tutto la moglie) e lui mi ha detto che la vita è sacra, ho incrociato le braccia e rinunciato a parlare, mentre lui citava l’importanza del matrimonio, criticava l’oscenità di due uomini che si amano e diceva quanto stima la Binetti.
Avevo sempre avuto una vaga idea di quale fosse l’elettorato di riferimento di Berlusconi, ma adesso che me lo sono trovato di fronte, sono spiazzato. Per quell’uomo non esiste la gente che non arriva a fine mese, il taglio dell’ICI è stato un favore, l’università va male perché gli studenti sono cattivi e Brunetta "è basso così, ma è un gigante", e davanti ad uno così nemmeno tutto il mio buon senso è servito ("Ma te leggi la Repubblica…). Sono allllibito.
Annunci

Responses

  1. Oh, signur !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ho la pelle d\’oca, anche io conosco un berlusconiano ma, ad esempio, quando parliamo del testamento biologico e della legge sulla fecondazione assistita, mi dà ragione e sostiene che nel suo partito le posizioni sono imbalsamate e poco ragionevoli.Forse, quello che conosco io, è un berlusconiano alieno!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: