Pubblicato da: cescocesto | 21 maggio 2010

Come aumentare le visite al vostro blog

Quarto intervento della Maratona Giornaliera

Oggi lo dedichiamo ad un intervento di pubblica utilità, andando ad analizzare varie strategie di empowering (?) del vostro contatore visite.

Avete poche visite giornaliere?
La pallina delle statistiche rimane costantemente al livello? 0-sfigato-nessuno-vuole-leggerti?
L’unico vostro Google Friend è vostra nonna, che pensa che webcam sia una parolaccia?
Non preoccupatevi, ci pensiamo io, Bill Gheiz e Stiv Giòbs.
Ecco quindi alcuni sistemi rapidi e sicuri, provati e garantiti, soddisfatti o rimborsati, per avere almeno più di zero visite al giorno.

Metodi leciti (approvati da quel cranio di Bill Gheiz):

1) lasciate commenti a giro negli altri blog.
Lasciateli preferibilmente a blog che seguite, così potrete lasciarli abitualmente, potendo simulare un reale interesse verso quel blog.
Da evitare:
– scrivere messaggi troppo corti tipo: “Ganzo il blog! Questo è il mio!”.
– infilare nel messaggio errori grammaticali: “Guanzo il tuo blogs, sarei felice se passeresti nell mio, clikka il link cui! No, sucsa, cui!”
– cercate di non sembrare superbi: “Boia ganzo il tuo blog, ma il mio è molto più ganzo! Clicca qui!”
– evitate assolutamente di sembrare troppo entusiasti e falsamente cordiali, i blogger -la maggior parte di essi- non sono stupidi e potrebbero mangiare la foglia: “No ma il tuo blog è ganzissimo, ma che dico, ganzerrimo!!!!!1!!111 Se ti fa piacere, visita anche il mio, cliccando qui! Spero che ti piacerà!!11! Ciao ciao TVB”

Comunque, la regola principe è: mettete il link nel vostro nome utente.
Se il blogger a cui lasciate un commento è sufficientemente pillacchero (io lo sono), verrà a vedere il vostro blog. Se è carino, potrebbe diventare un lettore affezionato.
Se è una ciofeca, scapperà a gambe levate.
Se è un blog da bimbaminkia, probabilmente troverete stralci dei vostri interventi pubblicati su Facebook seguiti da commenti di derisione.
Io personalmente fuggo immediatamente anche da blog ricchi di farfalle sbrilluccicanti e cuori glitterati. Ah, e da quelli religiosi.

2) iscrivetevi ai motori di ricerca e alle blog community.
Alcuni di questi sono:
Google
Blog Italia
GoldenWeb

Anche in questo caso, se il vostro blog è una ciofeca, iscriversi a tutte le blog community del mondo non servirà a niente. Spesso fa molto di più il semplice passaparola: la blogosfera è piena di blog non iscritti a nessuna community ma visitatissimi lo stesso perché lo meritano.

3) diventate amici di blog famosi e molto visitati.
Non è un’impresa facilissima, perché spesso i blog molto visitati sono -sigh- quelli dedicati a Uomini e Donne e al Grande Fratello e accettano come amici solo blog a tematiche simili.
Oppure, in caso di blog molto visitati gestiti da singoli blogger, spesso questi si sentono ormai già ascesi al BlogOlimpo (un posto mitico e fatato, situato in una piega nascosta della Rete, retto dal dio WordPress, da sua moglie Blogger e da loro figlio Splinder, dove i BlogOlimpi si nutrono di webrosia e conversano con i semidei Google e Yahoo) e non concedono la loro preziosa Amicizia a nessuno che non abbia almeno cinquecento visite giornaliere (fortuna che esistono eccezioni come Silvana e Papà Alto).
L’unica strategia che mi sento di consigliare è provare con messaggi mooooolto ruffiani o pubblicare commenti giornalmente, in modo da convincere il blogger in questione che siete realmente suo amico e meritate la sua Amicizia anche se avete nove visite al giorno.

Anche qui, ovviamente, vale la regola d’oro: se il vostro blog vale, prima o poi tra i vostri lettori finirà anche qualche BlogOlimpo benevolo che vi accorderà la sua amicizia.

Metodi illeciti (approvati da quel genio del marketing di Stiv Giòbs):

1) inserite delle tag che possano attirare l’attenzione di uno specifico tipo di pubblico.
Siate specifici, non generici: le tag generiche si perdono nel limbo. Solo oggi ci sono 732 post con tag politica, 509 con tag musica e 328 con tag cinema.
Cercate quindi di tradurre la tag banali in singoli termini o in intere frasi che abbiano più appeal, tipo:
Politica —> Berlusconi pezzo di merda, Prodi mortadella, Rutelli fedifrago, Fini voltagabbana, Di Pietro mafioso
Musica —> Viva i Tokio Hotel, Morte ai Tokio Hotel, Chi sono i Queen?, dove scaricare mp3 mp4 e mp5, Orietta Berti santa subito
Cinema —> trailer di Eclipse, Rober Pattinson nudo, biglietti del cinema gratis, seguito di Titanic, casting per il nuovo film di De Sica

2) riempite i vostri interventi di frasi e parole che possano essere cercate su Google e rimandino direttamente a voi.
Selezionate le frasi in base al tipo di pubblico che volete attirare dolcemente verso il vostro -ormai ricchissimo di visite dopo i precedenti quattro consigli- blog.
Pubblico di bimbeminkia: Taylor Lautner mostra gli addominali, io lovvo le mie amike, i Tokio Hotel si sciolgono (qua però rischiate insulti pesanti quando scopriranno che la notizia è farlocca).
Pubblico di nerd: nel prossimo numero muore l’Uomo Ragno, data di uscita del film di Capitan America, la demo giocabile di PES 2011 (anche qua però rischiate insulti pesanti quando scopriranno che la notizia è farlocca, e pure un invio di virus cancella hard disk).
Pubblico di comunisti: ha da venì Baffone, Berlinguer ci manchi, è caduto il governo Berlusconi IV (anche questa usatela a vostro rischio e pericolo).
Pubblico di berlusconiani: Fini è impotente, la Santanchè è una gnoccolona, meno male che Silvio c’è (occhio che con questa vi arrivano i fanatici).

Io personalmente sto avendo successo con un pubblico di gattofili (“Camilla la gatta persa”, “gatta nera coda corta” e “luna con gatto”), pillaccheri (“Giada De Blank chi se la scopa” e “Monica Setta incinta”), amanti di Voyager e di Mistero (“palazzo dei templari” e “simbolo dei templari”) e studenti in difficoltà (“analisi grammaticale del nome arrugginito” e “storia della repubblica di Venezia”).

In realtà, anche questa storia della maratona giornaliera sta portando visite in quantità.
Questo blog non vedeva un successo così dalle due fortunate settimane consecutive dello scorso Marzo! Grazie a tutti per essere così pillaccheri.

Questo è quanto.
Sperando che questi consigli vi possano portare visite, visite, e visite, vi dico..
a domani.

(Avevo detto che ieri era l’ultimo intervento della fantomatica maratona giornaliera.
Ma.
Ma continuo.
Giusto per verificare quanti altri interventi di dubbio gusto sono in grado di partorire.)

Advertisements

Responses

  1. A me sta maratona piace un sacco, quindi continua (per favore che, tutto sommato, son poi gentile).

    Anche alla ragazza con la valigia arrivano attraverso tag stranissime, mentre al mio arrivano con tag seriosissime (sarò mica un tanticchio noiosa?).

    Grazie per le continue citazioni.

    • e allora, se il pubblico insiste, continuerò! 🙂

      non sei noiosa, cara silvana. vedrai che prima o poi capiterà anche a te qualche maniaco del bacio nero.. (oddio, suona come una minaccia)

  2. Eh no. Eh no. Eh no. Se si preavvisa una cosa, si mette l’annuncio in grande stile, poi si deve fare. Non possiamo dire di ritirarci e poi continuare..non sarebbe giusto nei confronti di chi NON vuol leggere..
    Per cui..

  3. ..per cui continua.

  4. @freespotty: effettivamente, chi non vuol leggere, finisce qui e poi si trova un nuovo intervento, potrebbe alquanto risentirsi.

    @laragazzaconlavaligia: e allora continuo, và.

  5. […] che taggo qualche bellone del cinema (Taylor Lautner e Robert Pattinson nell’intervento su come aumentare le visite, Leonardo Di Caprio in quello di VoyaCesc) o scrivo “uomini e donne” in un post (cosa […]

  6. wow che onore mi distraggo un attimo e mi ritrovo citato tra gli esempi di chi ha 500 visite giornaliere! ma cosa dico 500! 5000!
    qui si è un attimo esagerato, ma l’importante non è la verità, è quello che crede la gente (questo ci insegna la storia contemporanea)!
    dunque viva la tua maratona giornaliera, io che da subito l’ho approvata e non l’ho mai MAI criticata!

    • ma che dico cinquemila.. cinque milioni di visite! al secondo! 😀

  7. Hai scritto un post davvero interessante e utilissimo per un blog come il mio nato da poco.
    Ho trovato molto furbo il discorso sulle tag e presto farò delle variazioni inserendo, come consigli tu, piccole frasi specifiche.

    • sono contento di esserti stato utile! 🙂

      e benvenuto!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: