Pubblicato da: cescocesto | 15 giugno 2010

Mi chiamo Francesco, e sono un Farmville-dipendente. (aka confessions of a Farmvillholic)

“Mi chiamo Francesco, e sono un Farmville-dipendente”

“Ciao, Francesco!”

“Sono pulito da tre mesi, ma oggi ho accettato la richiesta di aiuto di un mio amico..”

“No, Francesco, come tuo sponsor devo dirti che non va bene così..”

“Ma, ma.. lui aveva bisogno dei chiodi per costruire la stalla!”

“Stai calmo, va bene, è normale avere delle ricadute”

“però.. però.. però non sono andato nella mia fattoria! Gli ho mandato il chiodo e ho chiuso tutto! Non sono andato a controllare se orchidee erano morte o se le mucche avevano fatto il latte!”

“Bravo, il fatto che tu abbia resistito è positivo. C’è altro che vuoi dirci?”

“Ho.. ho accettato una Mistery Box. E spedito un albero di avocado di ringraziamento. Ma poi ho chiuso tutto. Giuro.”

“È tutto?”

“Sì. Giuro”

“Mi dispiace, ma devi ridarmi la medaglietta con scritto 3 mesi.. Conosci le regole, non si accettano le richieste altrui, nemmeno per fare favori agli amici”

“No, la medaglietta no.. ho lavorato duramente..”

“Francesco, dammi la medaglietta”

“No, la medaglietta no, la medaglietta nooooooo!”

Ecco, lo ammetto: sono un Farmville-dipendente.
Lo sono tuttora, perché ogni tanto ci ricasco, ma sono relativamente pulito.
Ogni tanto accetto qualche richiesta, aiuto altri Farmville-dipendenti ancora nel tunnel a costruire stalle e villette, ma non coltivo una pianta di fragole da più di tre mesi, giuro.

Per chi non sapesse cos’è Farmville..
Farmville (così come Cafè World e, prima di loro, Pet Society) è un browser-game disponibile su Facebook.
In pratica, se sei connesso a Facebook e hai già aggiornato il tuo stato, commentato gli stati ganzi dei tuoi amici, tratto informazioni sulle vite sentimental/sessuali dei tuoi ex-compagni delle elementari, fatto tre o quattro test della personalità per scoprire che verdura saresti oltre ad iscriverti al gruppo degli amanti della birra chiara, quando sei in pratica nel momento in cui pensi “eh, ho finito di spippolare.. via, vado a studiar–“, ecco, in quel momento ti ricordi che non sei ancora stato su Farmville!
Il gioco all’inizio sembra innocuo: hai un piccolo appezzamento di terra da coltivare con tre piante diverse, una mucca da mungere una volta al giorno e qualche vicino di fattoria. Puoi anche mandare e ricevere regali dai tuoi amici, costruire strutture tipo una stalla per i cavalli o una villetta per te, e ovviamente fare cassa vendendo i prodotti della terra e dei tuoi animali.
Ma, tempo tre giorni, ti ritrovi con un immenso campo da coltivare secondo un’accurata pianificazione della rotazione delle colture dovendo far attenzione a non far marcire nulla, un pollaio pieno di galline che pretendono cibo una volta al giorno, una mandria di mucche che si incazzano se non le mungi all’alba ed edifici da costruire perché se non li hai se un fattore fallito, non degno di Old MacDonald.
Ovviamente, dovrai connetterti tre volte al giorno per controllare il tuo bestiame e fertilizzare le tue terre e inviare costantemente richieste di regali agli amici (e fargliene altrettanti, perché sennò sei uno scroccone ingrato!). E se non lo farai, magari per uscire a cena fuori con gli amici, una vocina ti occuperà la testa tutto il tempo, sussurrando l’uva sta marcendo.. che spreco di soldi.. bravo.. per non parlare dell’improduttività delle galline di cui oggi non hai raccolto le uova.. come pensi di pagare il loro mangime domani? impedendoti di divertirti.

Ma non preoccupatevi, cari Farmville-dipendenti! Se volete, potrete uscire dal tunnel.
Sarà dura, ma potete farcela.
Ecco alcuni consigli dettati dalla mia personale esperienza (se non ci aiutiamo tra noi..):
1) i primi giorni dalla decisione di smettere saranno relativamente semplici. Dal quarto/quinto giorno, comincerete a pensare che le pecore vanno tosate, il grano va mietuto, la casa imbiancata.. fermatevi e respirate. Convincete voi stessi che non vi riguarda più.
2) per evitare facili ricadute, non controllate le vostre richieste. Molti ricadono nella dipendenza appena leggono “tizio ti invia un cesto di cocomeri, accedi per inviargli una staccionata a pois come regalo di risposta!”. Magari qualche amico ancora affetto da Farmville-dipendenza potrà togliervi il saluto, ma ricordate che lo state facendo anche per lui: un giorno potrebbe volersi disintossicare e voi sarete lì ad aiutarlo.
3) tenete sempre vicino a voi un amico o un familiare mentre accedete a Facebook, pronto a punirvi fisicamente in caso cerchiate di visitare la vostra fattoria (“ma solo per un second–PAFFF!!”), farà male sul momento, ma alla lunga vi aiuterà.
4) quando la vocina nella vostra testa comincerà ad insultarvi, cercando di spingervi di nuovo nell’abisso della dipendenza, cercate di distrarvi: spillaccherate su qualche amico, andate su un sito porno, fumatevi una sigaretta.. Tutto, ma non tornate là.
5) e infine, ricordate che la cosa più importante è avere fiducia in voi stessi e nei vostri mezzi: potete farcela, io credo in voi. Se sentite crollare la fiducia, staccate internet!

E questo è quanto. Buona fortuna.

Però, se per caso vi connettete, mi mandate il cesto dei tartufi che mi manca per finire la collezione? Grazie!

Annunci

Responses

  1. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!
    ODDIO CHE BELLEZZA!!!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!

    Io lo voto come tuo miglior intervento dopo quelli di Voyacesc!
    Apparte la veridicità di ogni parola (e chi non ha attraversato il tunnel di Farmville non sa che, dietro certa ironia, c’è assoluta e totale verità!), lo stile è impeccabile! 😀

    Ps- Sì, anch’io sono stata Farmvillholic.
    A lungo.
    Poi ne sono uscita, e adesso sono pulita da quasi un anno.
    (La spilletta dei 10 mesi è qui nella mia mano, intrisa di faticoso sudore e lacrime di gioia).
    Eppure, sento che mi manca.
    Mi mancano le mie mucche (marroni tinta unita, a macchie, rosa, verdi aliene, geneticamente modificate, ecc.) e i miei vitellini, mi manca controllare i frutti degli alberi di avocado, mi manca la dura e ragionata ma confortante scelta quotidiana “piselli o cocomeri?!”.

    Se non dovessi farcela, voglio che la mia spilla (la nascondo sotto lo zerbino di casa, così non me la possono ritirare) l’abbia tu.
    Con affetto.

    • grazie dei complimenti stefi!
      ci tenevo che da questo intervento trasudasse tutta la sofferenza che proviamo noi Farmville-dipendenti nel tentativo di disintossicarci, e sono felice di esserci riuscito. 🙂

      ps. puoi farcela. io credo in te. puoi arrivare ad un anno e alla mitica spilletta dorata con scritto “Proud of YOU!”. non pensare alle mucche radioattive, pensa alla spilletta, e ai brindisi che seguiranno il tuo trionfo.

  2. ti dico solo una cosa:
    se hai dei problemi con farmville, non avvicinarti mai a the sims.
    MAI.

    • già fatto, già visto.
      sono pulito da The Sims da sette anni e da The Sims2 da uno e mezzo. il fatto che il mio pc non riesca più a caricare il gioco+sette espansioni, rende le mie notti libere da qualsiasi tentazione.

      ps. è un’implicita confessione di una ex Simsholic?

    • lo ammetto. sono una ex simsholic. è stato uno dei periodi più bui della mia esistenza. sognavo the sims anche di notte. io giocavo alla prima versione – sono una veterana – dove non c’era il trucco dei soldi. i miei sims dovevano lavorare duramente per ottenere case più belle. ricordo che il mio personaggio preferito, che portava anche il mio nome, l’ho voluto single in carriera. aveva una casa bellissima, ottenuta col sudore della fronte, ma ogni tanto si metteva a piangere perché si sentiva sola. le ho messo un vicino di casa carino, che si chiamava come il ragazzo che mi piaceva all’epoca. l’ha rifiutata. anche in the sims. credo che da lì sia stata presa in una spirale di depressione dalla quale non sono più riuscita a tirarla fuori.
      ricordo che l’ester ci giocava – è lei che mi iniziò – e a lei venivano sempre personaggi felici, con cucine enormi, famiglie allargate, le nascevano persino i bambini. io non sono mai riuscita a far nascere i bambini ai miei sims.
      ma in realtà, non mi interessava nulla delle famiglie e della vita dei sims.
      quello che a me dava dipendenza..
      era costruire le case.

    • ah, il primo the sims! che bei ricordi.. mi impallava il computer ogni mezzora, solitamente dopo che mi ero sposato, mi avevano promosso, avevo comprato una nuova casa e.. NON AVEVO SALVATO!

      poi comprai il 2, ma il mio pc era troppo scaciato per farlo andare. non ti dico la gioia drogata il natale successivo quando è arrivato il computer nuovo.. di quel natale credo di ricordare solo cosa è successo ai miei sims, e non a me.

      ovviamente, il mio ex-pc bomba non sarebbe in grado di far andare il 3, ma ho accuratamente evitato di comprarlo se voglio sperare di laurearmi un giorno.

      ah, comunque è vero, si perdevano intere giornate solo a progettare le case. e pensa che in quello nuovo puoi scegliere il colore di qualsiasi mobile. l’inferno. e il paradiso. shakerati (???) insieme e bevuti alla goccia.

    • lo so che a questo punto non dovrei porre questa domanda ma..
      quanto costerà quello nuovo? e serve quello vecchio per farlo funzionare?

      • mmm.. occhio e croce credo una quarantina di euri.
        tu avresti pure la potente tecnologia per farlo funzionare.
        no, non serve quello vecchio perché è proprio un nuovo gioco. però servono tipo 8giga di memoria libera sul pc. 🙂

  3. LE DIPENDENZE POSSONO NASCERE NEGLI AMBIENTI PIU’ IMPENSANTI.

    con the sims,dopo la quarta volta che ti tolgono il bambino in affidamento SOLO perchè non hai avuto tempo di dargli da mangiare “ma dovevo nutrire me stesso, la moglie, l’acquario,comprare il nuovo impianto da discoteca… Come c***o facevo a dare anche da mangiare al bambino?!?!”), ti viene voglia di mandare affanculo tutto e invitare i vicini virtuali a casa tua solo per murarli vivi in casa, farli impazzire, ed ereditare la loro fortuna (goduriosissimo,provare per credere!).
    Farmville invece è un lavaggio del cervello più sottile: lì non hai il tasto “Vai avanti veloce”, che velocizza la giornata ed eventualmente completa in automatico le pallosissime e ripetitive azioni vitali che devi fai fare ai tuoi sims per mantenerli in salute. Se su farmville ti dimentichi l’orto o le galline, è PERSO DEFINITIVAMENTE. e’ quella la bastardata: ti fa sentire il possibile distruttore di innocenti vite virtuali, di dolcissimi vitellini-manga con gli occhioni sbrilluccicosi e grassocci BUAAAHAHAAAAA 😥

    Comunque, di norma. GUARDATI DA TUTTI I GIOCHI SIMILI.
    Io ho iniziato innocentemente con HarvestMoon per Nintendo DS (ancor più deleterio perchè portatile!)… ce l’avevano tutti a lavorare, tutti in pausa parlavano di quello…
    …abbiamo passato mesi (MESI!) di pause-caffè a parlare in modo criptato di mucche, uova, raccolti, costi di semina, pesci pescati,fattorie, e gnomi conquistati.
    Dovevi vedere la faccia dei non adepti…!

    • grazie anche della tua confessione, fra. arricchisce questo momento di liberazione per tutti noi.

      thesims: per me è proprio l’avanti veloce che frega.. “finisco la giornata.. no, vabbè ormai sono a letto, li mando al lavoro.. cazzo non mi hanno promosso, ora lo faccio studiare e lo mando al lavoro domani e poi spengo..” eccetera eccetera, proprio grazie all’avanti veloce, anche il tuo tempo passa più veloce: ti siedi chè è mattina e quando alzi lo sguardo è.. IL TRAMONTO??

      farmville: concordo, la grafica cartoon ti fa sentire molto più incolpa se dimentichi di nutrire il vitellino o se fai appassire quelle meravigliose angurie di un verde unico.

  4. A me sembrate matti e parlate un linguaggio criptico.
    Mai che mi sia venuto in mente di giocare a tutte ‘ste cose.
    Mi basta la mia già pienissima vita reale, e poi a me le mucche, le galline e tutti gli animali da cortile non mi interessano per nulla neanche nel reale, figurati nel virtuale.
    Ma ce la potete fare TUTTI a disintossicarvi, abbiate fede.

    • se non ti è mai venuto in mente di giocarci è meglio così, cara silvana: quelle sono trappole che incastrano chiunque, fidati! 🙂

      ps. grazie della fiducia.. ce la faremo!

  5. voglio sapere come si fa nascere il piccolo di mucca lo avevo visto su un altro sito e adesso non lo trovo più e non lo ricordo più.

  6. Direi che questo post ( che non so come ho fatto a perdermi ) è una squisitezza!

    Sono fiera di poter dire , io non sono iscritta a Facebook.

    Grazie! Troppo buoni! No davvero , basta con questi applausi!

    • ahahah, ma grazie! è frutto di una storia vera, fatta di sudore e sofferenza.

      io sono riuscito a rimanere immune a Facebook fino ad un anno e mezzo fa, ma poi la mia naturale passione per farmi i fatti altrui ha prevalso, e sono caduto nella rete, ahimè.

  7. Ma ne sei uscito.

  8. Questo articolo è molto bello e mi ha dimostrato, ancora una volta, che tutti i giorni si può imparare qualcosa di nuovo.
    Forse a causa della mia quasi “vegliarda” età non conoscevo assolutamente l’esistenza di certe “droghe”. Capisco come possa essere difficile “staccare la spina”.
    Era molto tempo che non ti leggevo e mi fa piacere averlo fatto. Bravo!

    • beh, in fondo è vero che ogni giorno si impara qualcosa di nuovo.. oggi poi che il mondo di internet e della tecnologia va a 200km/h, è dura per tutti star dietro a “droghe” vecchie e nuove!
      grazie dei complimenti e ben tornato 😉

  9. Non so da dove è uscita la chiocciola.
    Chi ti ha scritto è Quarchedundepegi

    • l’email era giusta, forse wordpress ti stava suggerendo un nuovo nickname?

  10. Probabilmente wordpress ha tentato di metterci lo zampino.
    Ho altre cose tue da leggere… tempo permettendo.
    Ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: