Pubblicato da: cescocesto | 4 maggio 2011

Allagando casa, in allegria.

Who: il sottoscritto
Where: nel bagno di casa mia, sotto la doccia
When: Domenica sera, una di notte
Why: perché era decisamente giunto il momento di lavarsi

Cesco: ♪♫♪ trallalà, mi lavo i capelli sotto l’acquààà.. ♫♪♫

Rumore di maniglia sbattuta più volte (c’è un’onomatopea? tipo CLUNK CLUNK?), perché ho il vizio di chiudermi in bagno quando mi lavo.

Babbo: Cescooo! Da quanto sei sotto la doccia?!

C: babbo non ti sento, sono sotto la doccia!

Nuovamente rumore di maniglia (o, se preferite, RI-CLUNK CLUK), più forte e insistente.

B: Cesco esci, si sta allagando casa!

C: cosa??

B: SI! STA! ALLAGANDO! CASA!

C: cosa?
(attimo di tempo per realizzare il tutto)
Merda! Cazzo! Merda!
(esco dalla doccia rischiando la morte su uno strato di acqua alto tre centimetri)
Cazzo!

Domenica notte, non sapete cosa fare e non riuscite a prendere sonno?
Beh, c’è un nuovo passatempo divertentissimo da fare: allagare casa!
E passare le due ore successive ad asciugare il danno!

Il precedente racconto è (chevvelodicoafà?) tratto da una storia vera.
“Come è successo?”, chiedete?
Presto detto.

Tsunami domestico – Ingredienti per due persone

un “fratello zoppo che vi chiede di annaffiare le sue amate piante nella doccia (prima che muoiano, essendo state affidate a voi)”
due cucchiai di “favi la doccia senza occhiali in modo da non accorgervi che è rimasto del terriccio per terra”
20-50 litri (20 per “piccolo alluvione”, 50 per “strabordante tsunami”) di “acqua di doccia”
terriccio q.b.
a piacere, aggiungete uno spruzzo di “pavimento inclinato”, se volete che l’acqua allaghi una specifica zona della casa

Mescolate bene e con energia e il gioco è fatto.

Ho passato l’ora e mezzo seguente ad asciugare il disastro mentre mio padre borbottava “ti aiuto, così poi te lo posso infacciare PER SEMRE!”, Clara ci derideva dal suo divano immune dall’acqua (era nella parte di casa accanto al bagno, e l’acqua è defluita dall’altra parte, altimenti ridevo io) e qualche gatta si affacciava guardandoci perplessa.
Però oh, dopo mi son fatto una di quelle dormite..

[Domandone tecnico per chi se ne intende di WordPress: il fatto che il mio blog sia “tutto strizzato” in un colonnone centrale mentre un sacco di altri blog occupano tutto lo schermo è immodificabile e colpa del tema che ho scelto o è possibile modificarlo? Non ci avevo mai fatto caso, ma oggi che ho scritto a scrocco dal pc di Clara -che ha risoluzione tipo 7gigapixelalquadrato, a differenza del mio piccolo e fido netbook, che credo giri a 1024×768- la cosa mi è saltata all’occhio, decisamente. Consigli da qualcuno più esperto sono ben accetti!]

Annunci

Responses

  1. Cesco solo tu sei in grado di fare delle cose del genere… sei unico nella tua specie… ti vu bi!!!

    • eh sì, noi allagatori di case con senso dell’orientamento nullo siamo una specie in via di estinzione! 😉

  2. Riguardo all’allagamento posso dire che sicuramente è un bell’esercizio per favorire un sonno profondo..mentre invece per il tema ..il commento è un po’ più serio.
    Esistono temi che si adattano alla dimensione dello schermo e temi che hanno la larghezza fissa; ergo il tema da te scelto ha la larghezza fissa.
    Si può cambiare? Non penso proprio nel caso di blog ospitato su piattaforma wordpress.com, mentre su domini propri puoi fare quello che vuoi..anche se modificare un tema non è uno scherzo, è molto più semplice sceglierne uno già pronto con ampiezza adattabile.
    a.y.s. Bibi

    • confermo, Bibi: un ottimo esercizio!
      grazie per il consulto tecnico, cercherò di indagare se -per caso- l’ampiezza del tema fosse modificabile con qualche pulsantino magico, di certo non cercherò di modificare l’html (o quel che è) del tema da solo!

      • Mi spiace toglierti delle speranze..ma non troverai nessun pulsantino magico..ti conviene cercare un altro tema.
        a.y.s. Bibi

      • acc! allora mi sa che dovrò proprio cambiare tema.

  3. surfing in CESCO HOME! XD

    • surfando alla grande. l’altra sera ho fatto un’altra doccia rischiando nuovamente l’alluvione, quindi pare che lo scarico sia intasato alla grande. dovrò confidare nei prodigi di mistermuscoloidraulicogel per poter fare nuovamente la doccia in santa pace.

  4. cescoooooooo! Non dovrai mica costruire l’arca..?
    PS. E’ il tema che hai scelto… non so se sia modificabile, forse con i codici css… oppure cambia direttamente tema che fai prima.

    • di questi passo temo di si.. non sono ancora riuscito a sturare lo scarico e ad ogni doccia c’è la suspence allagamento. confido in mister muscolo, che riesca a restituirmi la possibilita di una doccia tranquilla.

      PS. il problema e’ che sonomun conservatore.. in cinque anni di vecchio blog non ho mai cambiato nemmeno i caratteri dei post! mediterò di cambiarlo se mi direte che non leggete una cippa negli interventi.

  5. Ieri sera mi sono ricordato di avere uan copia del blog su wordpress ed allora sono andato a curiosare nella sezione temi.
    Ho visto che si può modificare il css dei temi ma lascia perdere… molto meglio andare nella ricerca temi e selezionando il filtro “larghezza variabile” ti escono due paginette di temi che appunto hanno quello che cerchi.
    a.y.s. Bibi

    • grazie Bibi! concordo, meglio non avventurarsi nel pericoloso mondo del css..

  6. ecco, adesso sappiamo come si è allagata la mia casa a parigi. in realtà la signorina non stava solo facendo la doccia, ma anche innaffiando le piante.
    ma una curiosità: perché non annaffi le piante come fanno tutti, ossia con una bottiglia d’acqua in terrazzo, o in alternativa immergendole in un catino pieno d’acqua quando proprio sono alla frutta? 😀

    • ahahah! vedi, questo spiega tutto!

      in realtà l’idea delle piante in doccia non e’ mia (figurati, io sono il serial killer delle piante!), ma di clara. lo fa una volta a settimana, ma evidentemente poi si ricorda di togliere il terriccio.. prenderò in seria considerazione il tuo consiglio, quando sarò riuscito a liberare lo scarico.

    • ah ecco.. mi sembrava un eccessivo attaccamento da parte tua alle piante XD

  7. Effettivamente il quesito della ragazza con la valigia non è così peregrino.
    O lo fai per risparmiare acqua (che magari verrà pure privatizzata?).
    E con il sapone sulle piante come la metti?

    • come ho detto alla ragazza con la valigia, la malsana idea e’ di clara. probabile che lo faccia per risparmiare acqua, conoscendolo.

  8. Non c’entra con l’argomento del topic…ma mandare a fanculo la Moratti…è troppo bello…scusatemi…
    a.y.s. Bibi

    • ma figurati Bibi.. quando ci vuole ci vuole!!

  9. tu avevi una sorta di “buoni motivi”, una scusante. io invece sono una specialista in campo di allagamenti. lo faccio praticamente ad ogni doccia. mia madre dice che sono un ippopotamo!

    • ahahah! però i tuoi allagamenti si limitano al bagno, quindi poi pulire è più facile! 😀

      • Effettivamente si sono estesi al di là del bagno una sola volta!
        😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: