Pubblicato da: cescocesto | 25 giugno 2011

Non ho potuto aggiornare il blog perché..

..perché ero impegnato a salvare il mondo, mi sembra ovvio!

In realtà no, sono stato semplicemente molto distratto e con poca voglia di scrivere.
Da oggi si riapre, si torna a scrivere pseudo-regolarmente.

Mentre ero distratto dal blog però mi sono successe alcune cose interessanti.
Tipo.

Ho conosciuto il mio terzo berlusconiano.
Il primo è un mio ex compagno di classe (Lore, se mi stai leggendo, viva Travaglio e Michael Moore!), il secondo è un amico di mia madre (qui tralci di un incontro, a cui purtroppo ne sono seguiti altri).
Il contatto con il terzo berlusconiano è avvenuto una decina di giorni fa, mentre ero in fila dal falegname. Ero sul retro del negozio, aspettando che il ragazzo che taglia i pezzi di legno si affacciasse per potergli dire di cosa avevo bisogno, quando noto che un uomo corpulento mi si apposta alle spalle.
Appena il ragazzo si affaccia il tizio fa un salto in avanti -rivelando un’agilità inaspettata- e comincia ad elencare tutto ciò di cui ha bisogno, lanciandomi nel frattempo un’occhiata del tipo “eh, la legge della giugnla. Il più veloce vince”.
Dopo essersi appuntato tutto, il ragazzo, che evidentemente conosce il tizio, gli chiede come sta. “Eh, così. C’è la crisi.. (o qualche luogo comune del genere) lavoriamo poco. Meno male che ci pensa Tremonti”.
E poi attacca a cantare Meno male che Silvio c’è. Giuro.
Talmente paralizzato dallo stupore di trovarmi faccia a faccia con un berlusconiano di ferro, non sono stato in grado di dire o fare nulla. Solo cinque minuti dopo, passato lo shock, mi è venuto in mente che avrei potuto dirgli “eh, meno male che Silvio c’è.. ancora per poco!”.

Ho costruito un tavolino
Il mio storico tavolino/comodino/portalibri (quello in foto in questo post) reggeva l’anima coi denti da tempo.
Circa sei mesi fa era letteralmente esploso sotto il peso di libri e riviste, ma ero riuscito a ricomporlo, cercando di alleggerire un po’ il peso e di guardarlo molto poco per non rischiare che cedesse nuovamente.
Preso atto dello “stato terminale” del suddetto tavolino, mi sono detto che me ne serviva uno nuovo. Tramontata presto l’ipotesi Ikea perché non riuscivo a trovare niente della misura adatta ho deciso che “lo posso costruire io, niente di più semplice!”.
In realtà no.
Premesso che ci vuole una certa conoscenza della fisica per progettare un tavolino che si regga in piedi da solo, pare che ci vogliano ulteriori nozioni per evitare di costruire un tavolino che ruota su sè stesso. In pratica, il tavolo in apparenza è dritto, ma se si toccano le zampe queste si storgono alla grande.
(non credo di sapermi spiegare a parole, per cui seguono immagini).

Non è prospettiva, è MOLTO storto.

Quando ho posto il problema a mio padre (“Dici che è normale che le zampe del mio tavolino ruotino in questo modo?”), la risposta è stata: “In fondo sei il figlio di quella che ha inventato la molla!”.
Leggenda vuole infatti che mia mamma avesse chiesto ad un tizio che lavorava il ferro di prepararle delle zampe per fare un tavolino, presentandogli un disegno fatto da lei.
L’artigiano le avrebbe così risposto: “Signora, lei ha inventato la molla! Sarà meglio mettere dei pezzi qui e qui altrimenti le zampe non reggono”.
Certo, probabilmente il progetto iniziale era ancora peggio: prevedeva di imbullonare le quattro zampe direttamente alle due mensoline che uso come piano di appoggio. Tale progetto che -alla luce delle mie nuove competenze in tavolinologia- si sarebbe rivelato ancora più “trottola” di questo.
Resta il fatto che ora sono alla ricerca di una soluzione per rendere stabile il tutto che non preveda “smonta tutto e cambia metà dei pezzi”, perché non ce la posso fare, o “metti dei tiranti metallici”, perché sinceramente non so nemmeno dove si comprano.

Ho salvato una pianta da morte certa.
Un piccolo passo per un pollice verde, una grande passo per un “pollice marcio” come il sottoscritto.
La scorsa settimana Stefano era a ustionarsi a Rho (litri di crema solare e ovviamente si è bruciato caviglie e piedi) e una delle sue piantine, per la precisione quella che gli avevo regalato per farmi perdonare di aver quasi ucciso uno dei suoi Spatiphilium, mostrava chiari segni di sofferenza: foglie sflosciate e moscine, terreno secco.
Non trovando Stefano al telefono, ho preso l’iniziativa di annaffiarla (una grande incognita, perché a quanto pare le piante soffrono se non hanno acqua ma anche se ne hanno troppa, e io non sapevo quale delle due situazioni fosse causa della sofferenza piantereccia) e metterla al sole in terrazzo, salvandole la vita.
E così, forse, mi ripulisco un po’ il karma per tutte le povere innocenti piantine che ho (involontariamente) ucciso.

Ho messo l’antivirus nel computer.
In fondo non credo che sia una notizia interessante, ma è solo per chiedere un parere tecnico.
Il notebook che uso per andare su internet (mentre il pc fisso, che viaggia per gli otto anni, è deputato alla conservazione di tutta la mia “memoria virtuale” e mai più verrà connesso ad internet, avendo contratto due virus semi-mortali le uniche due volte che è stato connesso alla rete) era abbondantemente infarcito di virus che McAfee, preinstallato e con abbonamento scaduto da due anni, si rifiutava di eliminare.
Ho quindi scaricato l’ottimo e gratuito avast!, però ora mi trovo col computerino in affanno perché la memoria virtuale (o come diavolo si chiama) deve gestire due antivirus.
Quindi chiedo a qualche esperto (Bibi se stai leggendo dico a te), che devo fare?
Banalmente disinstallare McAfee?
O fare cose complesse tipo “la deframmentazione (questa sconosciuta)”?

E con questo chiudo, vado a farmi un bel blog tour sui vostri blog, da cui manco da troppo tempo.

Annunci

Responses

  1. sono abbastanza esperta sull’antivirus?
    leva subito mcafee, primo perchè è pesante e scaduto e non m’è mai piaciuto, secondo perchè rischi di farlo andare in conflitto con avast…
    ti consiglio di scaricare ccleaner (http://www.piriform.com/CCLEANER) e con quello ripulire a modino il computer… se hai bisogno di delucidazioni su come usare ccleaner chiedi pure 😉
    ire

    • grazie dei consigli ire! levo subito McAfee (che tra l’altro prima ho aperto per sbaglio e c’era un messaggio pop-up del tipo “la sua protezione è scaduta da un secolo. questo programma ha protetto il suo pc per tempo immemore e lei non rinnova l’abbonamento. è un ingrato”), ma devo cercare il programmino per disistallarlo nella sua cartella?
      avevo sentito parlare di ccleaner (io però mi ricordavo abccleaner), ora lo scarico e vedo cosa ci capisco, semmai chiederò lumi.
      ancora grazie 😀

      • Puoi fare o come ha detto silvana qua sotto, oppure usare direttamente ccleaner alla voce Strumenti -> Disinstallazione programmi. Cerchi McAfee e pigi in alto a destra disinstalla.
        Dopo di che ti consiglio di fare un po’ di pulizia….vai su Pulizia e clicca in basso a destra Avvia Pulizia… infine vai su Registro -> Trova Problemi e quando arriva a 100% dai pure Ripara Selezionati -> No -> Ripara Selezionati -> Chiudi.
        So che da qui si capisce male, se hai dubbi richiedi.
        Per come eliminare i miliardi di programmi che rallentano l’avvio del pc, alla prossima puntata (non è proprio così semplice, intanto vanno bene questi passaggi).

      • ok, allora appena ho un po’ di tempo cerco di fare tutto.
        grazie mille! 🙂

  2. Vai su pannello di controllo, programmi, disinstalla un programma, scegli dall’elenco il mcAfee e dalla barra (dovrebbe essere in alto) seleziona disinstalla/cambia.
    Ed è fatta (se tutto è andato bene…)!
    Ma invece di impelagarsi in certe imprese (anche se capisco che possano dare più soddisfazione) non potevi cercare un altro negozio di mobili che non fosse l’Ikea?
    Salvare una piantina è impresa quasi impossibile, però io mi sono messa in testa di piazzare una pianta profumata rampicante in terrazzo, sto cercando una pianta che abbia poche, pochissime, praticamente nessuna pretesa; e credo che non sarà proprio facilissimo.
    Mi hanno consigliato il caprifoglio dicendomi che praticamente non muore mai, vuoi vedere che io riesco nell’impresa?
    Ciaaaaaaaaaaaaao!!!

    • grazie del consiglio tecnico silvana, ora provo subito.
      per quanto riguarda l’impresa bricolagica, in fondo in fondo io mi diverto a fare queste cose! i mobili storti poi, hanno un fascino tutto loro 😉
      per la pianta rampicante, noi abbiamo una bouganville.. per reggere a casa nostra, fidati che è resistentissima. praticamente d’inverno secca e si risveglia d’estate, e regge molto bene il caldo. purtroppo fa dei fiorellini un po’ scarni, e non profuma.
      in ogni caso, in bocca al lupo per quello che sceglierai, e fammi sapere che son curioso 😀

  3. cavoli, anche io davanti a gente del genere mi pietrifico. Tanto qualsiasi cosa gli dica non capirebbero mai. Io con il bricolage etc. sono negata, mentre per le piante c’è sempre papà… bravo comunque! Bentornato e buon tour di ritrovo 🙂

    • concordo, lady.. è come parlare a un muro (“ma tu credi a repubblica? credi a travaglio?”)
      grazie del bentornato 😉

  4. ..azzo sentire qualcuno che mi giudica “esperto” rigurado a pc o cose simili..mi fa specie..pensa che io mi ritengo ed a ragion veduta una “capra informatica”. Le mie conoscenze sono empiriche e bsate solo su sbattimenti di capoccia contro spigoli informatici…
    Cmq…concordo: butta via mcAfee..è una chiavica anche l’ultima versione aggiornata, se vuoi buttarti su un ativirus con protezione internet lascia perdere anche l’ottimo norton (ultima versione) e prenditi kaspersky, molto più leggero ed intuitivo senza tanti rompimenti di settaggi e molto valido.
    restando ne settore free: ottimo avast, forse il migliore.
    CCleaner non lo conosco, io utilizzo un programma simile e mi trovo molto bene: glary utilities della glarysoft, lo trovi qui : http://www.glarysoft.com/products/utilities/glary-utilities/
    Interfacia molto semplice ed intuitiva, in italiano (cosa che non guasta).
    a.y.s. Bibi
    P.S la deframmentazione non è altro che una riallocazione ottimale dei files del tuo pc. te la vendo in maniera più semplice: considera il tuo hard disc un’enorme cassiettiera dove in ogni cassetto viene messo un file quando viene creato. Poi alcuni li cancelli o magari li modifichi. Succede che il pc (che è ignorante perchè comprende solo il linguaggio binario cioè sì o no) i nuovi files li mette nel primo cassetto vuoto che trova, mica vicino agli alri.
    quando tu cerchi un documento o apri un programma, lui va a cercare i vari files che si trovano a quel punto in cassetti lontani e quindi ci mette tempo e risorse per trovarli tutti.
    la deframmentazione serve a questo: a riordinare la cassiettiera. per fare una deframmentazione devi solo seguire pedestremente le opzioni che ti vengono mostrate dalla utility di windows, tieni presente che può tenerti occupato il pc per molto tempo e quindi non farlo se ti serve il pc per qualcosa.

    • grazie della disponibilità a condividere le tue conoscenze, bibi!
      di kaspersky me ne avevano parlato molto, ma mi hanno detto che è un po’ problematico per la licenza, così mi sono buttato su avast, che mi dicono va altrettanto bene.
      con la metafora della cassettiera ho capito anche la deframmentazione 😀 mi sa che la farò un giorno in cui non avrò bisogno del pc (cioè a occhio da qui a mai)

  5. Io so apprezzare Berlusconi 😀
    Ma ho sedici anni, per cui non ho l’obbligo di essere socialmente utile ancora per altri due…

    • non puoi dirmelo così, ora mi tocca bannarti dal blog! scherzo ovviamente, qui siamo (abbastanza) diplomatici.
      effettivamente spulciando il tuo blog avevo intravisto un post in merito, ma credo che lo leggerò domani perchè ora ho il cervello troppo fritto.

  6. quindi i berlusconiani esistono??non sono una diceria come i coccodrilli nella metropolitana?!? XD

    • Per esistere esistono, eccome! basta vedere i risultati delle elezioni.
      Quello che è difficile è che si manifestino….

      • sono silenziosi, i berlusconiani. silenziosi e sfuggenti.

    • esistono, cara farnocchia. e ormai posso dire di averne pure le prove! (fortuna che -pare- la specie si stia riducendo in numero..)

  7. Che gioia leggerti! mi hai messo il sorriso! Mi sa che andrò a dormire serena… poi neanche troppo. cavoli, i berlusconiani sono sempre più di quanto mi aspetti. e tu sei un uomo fortunato a conoscerne solo tre. una volta un tale mio datore di lavoro ci ha pagato la giornata a ritmo di faccetta nera. e non dico altro.

    per quanto riguarda l’antivirus, come ti è stato già suggerito, banalmente disinstalla mcafee.

    • grazie dorotea!
      sì, i berlusconiani sono più di quanti ci aspetteremmo, è che stanno zitti zitti e quindi è difficile stanarli.

      ps. mcafee sarà silurato dal mio pc in men che non si dica.

  8. alla vista della didascalia del tavolino, credo di aver riso per quindici minuti di seguito.
    potresti provare a metterci un sacco di piedini sotto (non so esattamente come spiegare i piedini.. sono quei pezzi quadrati o tondi di pannolenci o feltro -peltro? velcro?- che si mettono sotto le zampe di tavoli e divani per impedire di graffiare il pavimento) finché non avrai praticamente mezza gamba di tavolino finta che però almeno sarà alta come le altre. oppure usa un libro che non ti è piaciuto per pareggiare i conti, in tutti i sensi.
    ps. quando finalmente risponderò alla mail su fb, ti allego una foto che ti farà preoccupare.

    • volevo essere sicuro che non pensaste che sono io ad essere paranoico 🙂
      comunque ora ho pseudo-risolto: ho bloccato tutto con una colla (spero) super forte, e lo tocco il meno possibile. sembra reggere.. per ora.
      il trucco del libro l’ho usato per il divano del salotto che ha una zampa rotta XD

      ps. resto in attesa della foto. (devo preoccuparmi già in anticipo?)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: