Pubblicato da: cescocesto | 22 agosto 2011

Oh, PD? Mavaffanculo!

C’era un volta la sinistra italiana.
Laica, progressista e socialdemocratica.
Oggi c’è il PD.

Un partito il cui presidente alza le barricate contro la -lontanissima- ipotesi di tassare gli immobili commerciali della Chiesa, oggi e da sempre esenti da ICI, questione sulla quale tra un po’ si esprimerà anche l’Unione Europea: l’accusa all’Italia è di dare aiuti di stato che violano i principi della concorrenza leale.
(Rosy, te sarai anche ganza abbestia a rispondere a tono alle frecciate di Berlusconi, ma poi mi cadi su queste cazzate?)

Un partito che ha avuto esponenti del calibro di:

Paola Binetti

quella del cilicio, dell’Opus Dei e dell’infelice frase «l’omosessualità è una devianza della personalità».
Sì, perché autoflagellarsi con un frustino di corda è chiaramente da persone sane di mente.

Dorina Bianchi

passata in dieci anni dal CCD-UDC alla Margherita confluendo nel PD per poi tornare all’ovile UDC e imbarcarsi infine sulla nave pidiellina.
Conosciuta nell’ambiente come la donna-coerenza.

Francesco Rutelli

la “rana salterina“, l’ex radicale più chiesaiolo d’Italia, secondo solo a Daniele Capezzone.
Sì, il leader del partito con le vespe. Ah, no, erano api.

Tra le file del Partito Democratico è iscritto anche Mario Adinolfi, che, oltre ad essere chiaramente il sosia italiano di Michael Moore, è “giornalista, politico, giocatore di poker e blogger” (così recita la sua pagina su uichipidia).
In merito a questa intervista (Piero Marrazzo parla del “caso Via Gradoli” a Concita De Gregorio. Io ho trovato sincera e sensata l’osservazione «So che non è bello da sentire e non è facile da dirsi, ma una prostituta è molto rassicurante. È una presenza accogliente che non giudica. I transessuali sono donne all’ennesima potenza, esercitano una capacità di accudimento straordinaria […]». Personalmente, non credo affatto alla teoria secondo cui gli uomini che vanno con le prostitute transessuali siano tutti dei “passivoni repressi”), Adinolfi ha dichiarato qualche giorno fa su Facebook:
«E comunque, precisiamolo: i trans non sono donne all’ennesima potenza, sono moderni ircocervi, uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza… preda di un mondo fatto di degrado e squallore, compravendita del corpo, spesso di alcool e droga… viva le mogli, le madri che si fanno il culo quadro, le donne con le palle perché non sono “riposanti” ma compagne dialettiche di un’esistenza, quelle che ci accudiscono per davvero e non a botte di mille euro a prestazione».
In pratica per Adinolfi transessuale e prostituta sono la stessa cosa.
E a Daniela, che gli scrive «Io sono una donna transessuale e vivo la mia femminilità al pari di chi è nata donna, senza differenze, senza viziati marginalismi. Vivo la mia quotidianità lavorando dignitosamente. Ho una nipote in affidamento che rappresenta il mio mondo, un compagno che amo e due tette finte che, come ben sa, la natura non mi ha donato. Mi sento parte di questa società, come lei e chiunque altro merita di essere […]», Adinolfi commenta:
«Per me sei un uomo con le tette finte… […] e se la baracconata del “farti” femmina è per me un tentare la costruzione di un essere mitologico slegato dal reale (ho usato la parola ircocervo non per caso), noto che comunque sei conscio di quel che la natura non ti ha donato… i sessi sono due (“maschio e femmina Dio li creò”, tu usi la parola natura e il concetto è identico) il resto è orpello, poi ognuno liberamente sceglie le carnevalate in cui star meglio… ciao Daniele, sono sinceramente lieto che la tua dimensione affettiva sia serena […]».
Un aspirante deputato -grazie al Mostro Spaghetti Volante non è stato eletto- che spara sentenze su un tema così complesso come la transessualità (più complesso dell’omosessualità perché coinvolge mente e corpo), dimostrando una totale ignoranza in materia fa veramente, veramente, cadere le braccia.
Si assimilano le transessuali alle prostitute, come se ogni donna transessuale automaticamente fosse una che batte per strada. Il fatto che molte siano costrette a farlo per potersi pagare gli interventi di chirurgia plastica non viene preso in considerazione, tantomeno il fatto che l’Italia è uno dei paesi in cui la “richiesta” del mercato è più alta (siamo il regno dell’ipocrisia cattolica, in fondo).
Frasi del genere te le aspetti dal Borghezio di turno, dal leader leghista di un paesello montano, da un cerebroleso di Forza Nuova.
Non da un iscritto al Partito Democratico, il primo partito della sinistra italiana.
Io non ho niente contro i cattolici, ne conosco un sacco che pensano con la loro testa e sono aperti e pronti al dialogo, al confronto e all’accettazione, ma bigotti fondamentalisti del genere vanno espulsi da un partito che si propone come guida di una coalizione di centrosinistra.

Il futuro dell’Italia, superata la crisi economica ed archiviato il ventennio berlusconiano, si DEVE giocare sulla ricostruzione del welfare e della scuola e sui diritti civili degli eterosessuali, degli omosessuali e dei transessuali.
E un partito che si inchina a una Chiesa che prende un miliardo di otto per mille grazie a farraginosi meccanismi che sono di fatto FURTI, che ha negato la pedofilia al suo interno finché non è ESPLOSA e non è più stato possibile arginare le accuse delle vittime e le confessioni dei preti stessi, che si oppone alla NOSTRA libertà di scelta sulle NOSTRE vite impedendo la nascita di una sacrosanta legge sul fine vita, ecco, un partito del genere, a me mi fa schifo.
E dico pure a me mi perché sono incazzato.

(da quanto tempo non facevo un post politico bello acido. ah bene deh!)

Annunci

Responses

  1. Eh già era un bel po’ di tempo, quindi ben tornato.
    L’intervista di Marrazzo a me ha fatto girare le palle parecchio, è carica di ipocrisia del genere: io andavo dai trans, ma non facevo nulla, parlavo e basta.
    Ma d’altronde anche Marrazzo fa parte del PD, quindi…. tutto si lega.
    Ciao
    S.

    • grazie silvana! vedrai che finita quest’estate rovente riprendo un po’ di ritmo. 🙂
      oddio, effettivamente l’intervista di marrazzo era moolto ipocrita (velatissimo accenno al fatto che alla fine la povera moglie l’ha mollato, quindi probabilmente non andava solo a farsi abbracciare), ma quando si parla di prostituzione e omosessualità mi sembra che a destra e sinistra si parli la stessa lingua: negare, negare, negare.
      un abbraccio!

  2. 10 e lode !

  3. noto in effetti che sulle strade anche qui a bologna, sono molti di più che non le donne. e si sa, ad aumento dell’offerta, corrisponde un aumento della domanda.
    in effetti è un fenomeno affascinante.

    • uno dei principi base dell’economia.
      mi chiedo se ne stiano approfittando per tirare sul prezzo: di solito, al crescere della domanda, il tariffario si alza.

  4. Nulla da aggiungere. Se non che, in effetti, archiviato questo cazzo di ventennio berlusconiano e tutto il resto, la sfida si fa dura davvero. Io non mi sento in grado di dire che esiste una sinistra e non ho voglia di considerare questa cosiddetta sinistra italiana una valida possibilità e un orizzonte in cui riporre fiducia.
    Di fatto il vero problema della gente italiana è che complessivamente manca di coscienza politica e storica, quindi di coscienza di se stessa. Ciascuno pensa al proprio piccolo tornaconto e se non altro al mantenimento del proprio status quo.
    E messa così, avere una classe politica decente diventa un terno al Lotto.

    • sono totalmente d’accordo con te.. la vera sfida non è liberarsi di berlusconi, ma il dopo-berlusconi.
      in fondo, la fine della Prima Repubblica ci ha portati al berlusconismo, perciò non è affatto detto che la fine di un periodo merdoso porti automaticamente ad un periodo migliore.
      (oggi positività abbestia!)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: