Pubblicato da: cescocesto | 26 marzo 2012

Seven is a magic number! (prima parte)

Con grande gioia mi decido oggi -dopo solo un mese e mezzo!- a rispondere a questo post della Ragazza con la Valigia, in cui si fondono due premi/giochini in cui c’entra il numero 7.
Per non tediarvi con un post chilometrico, ho diviso il post in due parti: la prima oggi, la seconda domani.

La prima parte del gioco/premio consiste di tre fasi:
– ringrazia la persona che ti ha premiato con l’award, includendo un link sul tuo blog (fatto? bbbene!)
– condividi 7 informazioni a caso su di te (fatto? bbbene!)
– manda l’award ad altri 15 blogger che ti piace seguire e faglielo sapere (non credo che mai arriverò a quindici perché molti hanno già ricevuto il tag/mi sono stati scippati dalla RCLV, ma comunque lo farò al termine del post con la seconda parte del “giochino”)

Quindi, dicevamo, sette cose a caso..

Cosa a caso numero 1
Ho nel cassetto un ambiziosissimo progetto letterario, per capirci un Harry Potter 2.0.
Una trilogia il cui decorso è stato già sapientemente pianificato e che sconvolgerà il mondo della letteratura fantasy (questo almeno secondo il me stesso dodicenne).
Manca ancora qualche dettaglio, tipo il nome dei protagonisti, che si aggirano tra le pagine manoscritte sotto gli pseudonimi di XXX e XXY.

Cosa a caso numero 2
Pensandoci bene, non ho un film preferito.
Ho una rosa di film che mi sono piaciuti molto, di cui magari so a memoria interi dialoghi e le cui scene cito a ripetizione, ma non ho un film preferito.

Cosa a caso numero 3
In pratica non so nuotare.
Cioè, so tenermi a galla, ma non mi parlate di stile libero o farfalla, al massimo io nuoto a cagnolino.
In realtà ho fatto un anno di piscina intorno ai sei-sette anni, ma il fatto che ci tenessero in una piscina dove si toccava ha reso il tutto abbastanza inutile.

Cosa a caso numero 4
Ho da anni una disputa in corso con Clara su cosa sia da definire blu, cosa verde e cosa grigio.
Lui tende a definire blu un maglione chiaramente verde che mi frega costantemente e grigia una felpa palesemente blu che gli frego sempre io.
Alla discussione ha deciso di aggiungersi ieri anche mio babbo, quando al suo “mi prendi la giacca grigia?” io ho osservato “non hai una giacca grigia di là, al massimo posso prenderti quella blu”.
La sua risposta, da neo-iPad addicted è stata “aspetta che scarico una app sul daltonismo”.

Cosa a caso numero 5
Tendo a memorizzare dati, fatti e nozioni inutili mentre il mio cervello non riesce a registrare informazioni realmente utili.
Per esempio, so cos’è una SAPA (Società in Accomandita Per Azioni) ma non mi ricordo mai come caspio si alza la pressione della caldaia.

Cosa a caso numero 6
Credo fermamente nella posta cartacea.
Mi piace, quando posso, spedire lettere, biglietti e pensierini, mi piace rileggere le lettere che mi sono state scritte e vado in brodo di giuggiole quando c’è qualcosa per me nella cassetta della posta.
Purché non sia l’estratto conto della banca.

Cosa a caso numero 7
Circa una volta l’anno, decido che farò “attività fisica”. E porto avanti la faccenda per circa una settimana.
Qualche anno fa decisi che sarei andato a correre “due volte a settimana. Ma che dico, tre volte a settimana. Crepi la pigrizia!”.
Andai da Decathlon a comprare magliette antisudore, scarpe da corsa antivesciche e riempii l’iPod di canzoni “da corsa” (scelte da Clara, ovviamente con in cima alla playlist Eye of the tiger, “da mettere quando stai per mollare”), ma l’enfasi era già passata: cominciai ad usare tutto l’armamentario solo l’anno successivo, quando l’enfasi tornò.
Andai addirittura a correre in pieno Dicembre da quanto ero convinto. Era un lunedì. Il mercoledì avevo ancora dolore a qualsiasi muscolo degli arti inferiori. E superiori. E del collo. Così rimandai a venerdì, ma “accidenti piove”.
Poi c’è stata la “fase palestra” e la fase “compra il nostro aggeggio miracoloso e potrai avere una palestra a casa tua a soli 29 euri!” (e vi dirò, funzionicchia anche. Ma io avrei bisogno di un aggeggio-fitness che ti insegue se non fai gli esercizi).
Sono impaziente di scoprire cosa il mio cervello deciderà di fare quest’anno.

Questo è quanto, per ora.
Domani la parte sui sette post!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: