Pubblicato da: cescocesto | 22 giugno 2013

Ciao mi chiamo Francesco e anch’io ho sentito il terremoto.

“Mi sono caato addosso, per dirla con
un linguaggio tra il sobrio e l’educato”

cit. Amico Anonimo

Io già sono un tipo paranoico, poi sotto esame divento iper-paranoico.
Se a questo ci aggiungi l’allarme terremoto, io muoro.

In questa settimana pre-esame sono a Pisa, visto che studiare a casa col televisore fisso su PrimoCanale/ReteBerlusca col volume a 50 (nonna tvb) non è proprio il massimo.
La casapisana ha un sobrissimo lampadario scelto da Madre con appesi una miriade di gingilli di simil-cristallo (leggi: plastica).
Tali simil-cristalli ieri a mezzogiorno e mezzo hanno cominciato a ballare un mix di twist e waka waka.
Il rumore dei simil-cristalli danzanti ha attirato la mia attenzione che poi è stata catturata, nell’ordine, da: vibrazioni sostenute della porta del bagno, oscillazioni pendolari della libreria, rumore di gente che usciva per strada.
Ora, il sottoscritto sotto esame, oltre a diventare paranoico, diventa anche molto meno sveglio del solito (leggi: solo alla terza volta che urli “Cesco!” capisco che mi stai chiamando e sbatto contro molte più porte del solito) quindi ho impiegato una decina di secondi a capire che:
balletto similcristalli +
oscillazioni della libreria +
vibrazioni della porta =
TERREMOTO

Non è il primo che mi capita di sentire (che poi vengono sempre tutti quando sono qui a Pisa, sarò io che porto male?), per cui ho pensato, come sempre: “vabbè, ora tanto finisce..”. Seguito da: “sì, vabbè, ORA finisce..”, seguito da: “afferro le ciabatte e esco in piazza urlando OMMIODDIOILTERREMOTO tra tre, due..” e poi è finito.
Ma cazzo se è durato tanto.
Finita la scossa, ho fatto quello che ormai si fa sempre in questi casi: un rapido giro sui social network.
Ma a quanto pare, anche in Toscana ormai ci siamo abituati. Se le “scossette” dell’anno scorso, flebile eco del terremoto emiliano, avevano generato immenso terrore (“boia bimbi il #terremoto!”, “cazzo ma l’avete sentito”, “uimmeni vibra tutto!”, “@mamma sono fuori casa dormo in macchina”), quest’anno quasi nessuno se l’è cagato, il terremoto. Solo qualche commento sui gatti che se ne fregano della scossa e gente che mette mi piace alla pagina dell’INGV, sai mai. A cui aggiungerei una tizia, sentita dalla finestra, che laconica ha commentato: “Ah, il terremoto? Pensavo fosse la metropolitana”. Amore, siamo a Pisa mica a New York.
Tutto questo per dire?
Niente, solo per fare un po’ di ironia su una cosa che, per una volta, mi ha messo un po’ di inquietudine. Sì, insomma, la somma “casa da solo+paranoia esame+allarme terremoto” mi ha messo un po’ di agitazione. E l’ironia, come sappiamo, è la nostra migliore amica in questi casi.

Poi però leggi articoli come questo.
E nella tua testa parte la guerra tra la Mente Analitica e Mister Paranoia.
Mente Analitica: “Un fantomatico blog su blogspot di un fantomatico Centro di Sismologia Indipendente del Settentrione pubblica un unico post e tu ci credi?”
Mister Paranoia: “Indipendente, capito? Quindi affidabile! La controinformazione su YouTube non ti ha insegnato niente?”
MA: “Ma è ovvio che ci saranno altre scosse, si chiamano scosse di assestamento!”
MP: “Hanno anche previsto l’orario, loro sì che ci capiscono. Grillo lo dice sempre che i terremoti si possono prevedere!”
MA: “Grillo allora li scriva sul blog gli orari dei terremoti!”
MP: “Sei servo del padrone!”
MA: “Grillino stupidino!”
..eccetera.

Oh, io comunque per sicurezza seguo @INGVterremoti e dormo vestito. Se poi qualcuno ha un cane da prestarmi, glielo rendo domattina.


Responses

  1. Suvvia, purtroppo nessuno sa ancora prevedere i terremoti!
    Spero non ce ne siano altri, ma dopotutto le scosse di assestamento sono probabili…nessuno può esser certo quando si parla di terremoti!

    • no, ma infatti lo sapevo benissimo che era una cappellata, ma la mia mente in ansia era in cerca di risposte e non rispondeva più ai normali criteri del buonsenso!
      ci sono state un bel po’ di scosse di assestamento, ma pare che la situazione sia rientrata.

  2. Brutta, bruttissima sensazione.
    Te pensa che io, a distanza di un anno, mi pare che ancora, ogni tanto, vibri tutto.
    Però…come volevasi dimostrare quello di ieri non l’ho sentito affatto; solo Stefano ha detto: “Mi gira un po’ la testa” dopo essere passato dall’ANSA (praticamente ci vive con l’ansa) ha puntualizzato: “ah non mi girava la testa…era il terremoto”.
    P.S te se matto a mettere certi link, che mi è già partita l’ansia!

    • ahahah! grande Stefano😀
      anch’io per tutta la settimana a seguire ho sentito il letto vibrare, il tavolo vibrare, le porte vibrare.. e invece la piccola scossa che abbiamo avuto domenica non l’ho sentita!

      ps. dovevo condividere la mia ansia! comunque alla fine era una bufala😛

  3. Allora non sono l’unica ad essere totalmente inutile nelle situazioni d’emergenza! Io l’anno scorso, delle tre scosse forti, ne ho sentita una, e in quell’unica, la sola cosa che sono riuscita a fare è stato spostarmi dalla mia camera alla sala, correndo, e a chiedere a mio padre: “è il terremoto?”. Certo, la scrivania che si sposta da destra a sinistra e il rischio corso di infilarmi il mascara nell’occhio mentre mi truccavo avrebbero dovuto darmi un indizio che sì, era il terremoto, ma a quanto pare io possiedo ZERO istinto di sopravvivenza. Se mi inseguisse un leone, probabilmente mi fermerei e chiederei a qualcuno: “ma.. mi sta inseguendo un leone?”.
    Lieta di sapere che almeno tu, dopo l’iniziale blocco, avresti almeno deciso di scappare fuori casa. La nonna si è scombussolata? Spero di no.

    • in realtà ero indeciso tra scappare fuori casa o mettermi sotto il tavolo, ma il fatto che il tavolo sia di vetro e con due zampe un po’ cionche mi ha fatto preferire la fuga🙂
      la nonna non si è scombussolata per niente, dormiva e non ha sentito nulla!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: