Pubblicato da: cescocesto | 1 luglio 2013

“Non sono mica sorda, sono distratta!”

Scena #1
Dove: io a Monaco, nonna a Livorno, all’altro capo del telefono
Quando: due anni fa

Nonna: allora, com’è il tempo?
Cesco: mah, un po’ nuvoloso.. ieri pioveva, oggi sembra un po’ meglio.
N: c’è il sole?
C: no, ieri pioveva, oggi è nuvoloso.
N: non ho capito, c’è il sole o no?
C: no, è nuvoloso e ieri pioveva.
N:
C: nonna?
N: c’è il sole o no?
C: sì, sì! C’è il sole!
N: oh, bene!

Scena #2
Dove: in cucina, tutti a tavola
Quando: una qualsiasi sera della settimana

Cesco: nonna, ti basta così o vuoi ancora pasta?
Nonna:
C: nonna, vuoi ancora pasta?
N:
C: nonna! Vuoi! Ancora! Pasta?!
N: eh?
C: accidenti ai sordi, ti ho chiesto se vuoi ancora pasta!
N: ma io non sono mica sorda, sono di-strat-ta!

Scena #3
Dove: in sala, davanti alla televisione
Quando: una qualsiasi sera della settimana

Il tizio dei pacchi: allora, apriamo il pacco 17? O 19? Qual è il tuo numero fortunato? Forse 2? O 5, il giorno che è nata tua zia?
Nonna: alzate un po’ il volume, non sento. Volume trenta.
TDP: accidenti, nel 5 c’erano i cinquecentomila! Quando torni a casa digliene quattro a tua zia! Ahahah!
N: ancora un po’, fai quarantacinque.
TDP: il Dottore ti offre un calzone napoletano per due pacchi o un set di coltelli per tre pacchi. Hai ancora in gioco un nocchino, il flauto traverso, due euro e diecimila.. cosa fai?
N: mmhh.. fai cinquanta vai.

Scena #4
Dove: io in bagno, nonna in corridoio alla ricerca di suo nipote
Quando: settimana scorsa

Nonna: Francesco?
Cesco nonna sono in bagno!
N: Francesco?
C: sono in bagno!
N: Francesco?
C: sono in bagnooooo!!
N: Francesco?
C: SONO IN BAGNO!
N: Francesco?
C: SONO! IN! BAGNOOOOOUOUOUOUOU!!!!
N: ho capito! Cosa urli, mica sono sorda!

Scena #5
Dove: nonna sul divano in sala, Stefano sulla porta pronto a uscire
Quando: ieri

Stefano: allora ciao, io vado un po’ al mare.
Nonna: Stefano, esci? Dove vai?
S: vado un po’ al mare.
N:
S: nonna esco, vado al mare, al m-a-r-e!
N: ho capito che esci, ma dove vai?!
S: al mare! VADO AL MARE!
N: perché urli così eh, sei nervoso?

Questi allegri siparietti stanno per finire.
Dopo anni di negazione, di “sono distratta/sbadata”, di “la televisione va male”, mia nonna si è rassegnata ad ammettere la sua condizione di “sorda come una campana”.
Non so se sia stata la visione della sofferenza nei nostri volti a sentire la Tempesta d’Ammmore e Max Giusti a volume cinquanta, o il non riuscire più a capire di chi si parla quando spettegoliamo a cena, o l’offerta 2×1 che ha letto in un volantino, ma si è decisa, e mercoledì ha la visita all’Amplifon.
Le nostre stanche e provate corde vocali ringraziano.

Annunci

Responses

  1. Come ti capisco…anche se, mia nonna pure con l’Amplifon non è che fosse molto migliorata… 🙂

  2. Tua nonna e io dobbiamo uscire per un caffè insieme uno di questi giorni! 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: